Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD


12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930


Online
Ospiti: 1, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png


Lista Eventi
<< Febbraio Marzo 2017 Aprile >>
<< 2016 Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic   2018 >>

Eventi Futuri
Nessuno elencato.
I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News

mer 15 nov 2017 23:23:48 CET
"SOLDATI DI VENTURA" TUTTI I VERTICI DEGLI ORGANI SPORTIVI NAZIONALI. AL PARI DEL CT ESONERATO.
[html]
D'altronde il passaggio sulla panchina degli Azzurri, da Antonio Conte - integralista tattico dal gioco spettacolare e dagli schemi offensivi e vincenti - (uno dei migliori ct di tutti i tempi da quando esiste la Nazionale di calcio italiana) a Gianpiero Ventura - difensivista cronico - (come peggio non si poteva, l'incarnazione dell'anti-calcio per antonomasia ) un personaggio che a mio avviso ha sbagliato mestiere.
 
Tale nomina tavecchiana inopportuna sulla scelta di Ventura, ovvero di un autolesionismo becero che più becero non si può, conferma l'incompetenza in materia del presidente figc: è come se, volendo fare un parallelo sulla sostituzione di calciatori di un certo spessore, prendessimo ad esempio - supponiamo - nel ruolo che fu di Totti nella squadra della Roma, per dare continuità al suo prestigio sul campo, si scegliesse come erede un calciatore qualunque senza arte nè parte alla guida dell'attacco giallorosso. Per concludere, ritengo inaccettabile ed assurdo il comportamento di Ventura per non avere rassegnato le dimissioni, preferendo riscuotere immeritatamente alla cassa... Idem Tavecchio, colpevole quanto e più del ct nella debacle azzurra, se ha un minimo di dignità, dovrebbe dimettersi senza se e senza ma. VERGOGNA!
 
Gianfranco Tauro
[/html]  
More... ] 


ven 10 nov 2017 10:29:53 CET
Roberto Spada in carcere dopo pestaggio giornalista Rai a Ostia. Minniti: "Non ci sono zone franche"
[html]
L'arresto e gli insulti a giornalisti e carabinieri - L'esponente del clan criminale, che fino a mercoledì era ancora nella sua palestra di via Forni, è stato prelevato ieri pomeriggio dai carabinieri dalla sua abitazione. mentre veniva fatto salire sull'auto dei carabinieri, qualcuno dalle finestre dei palazzi vicini ha insultato i giornalisti chiamandoli "avvoltoi". L'amara conferma di quanto registrato anche sui social network, dove in molti hanno espresso solidarietà a Roberto Spada.

Lesioni, con l'aggravante del metodo mafioso - La Procura, nel decreto di fermo, lo accusa di lesioni e violenza privata, con l'aggravante dell'articolo 7 della legge 152 del 1991quello relativo al metodo mafioso, e di aver agito per futili motivi. Il fatto che vede Spada come protagonista negativo è avvenuto due giorni fa, mentre ieri sera la trasmissione Nemo su Rai2 ha raccontato l'accaduto trasmettendo il video registrato a Ostia.

Si cerca un complice - Aveva un complice Roberto Spada quando ha aggredito la troupe di "Nemo". Si tratta di una sorta di guardaspalle che ora gli inquirenti dovranno identificare e rintracciare. Secondo quanto accertato da chi indaga, al momento dell'aggressione erano presenti in strada una decina di persone. Nessuna di questa è intervenuta, anzi alcuni hanno imprecato contro i giornalisti della Rai. 

Inquirenti: gesto plateale per autoaffermazione Ha agito platealmente e in un luogo pubblico, sotto gli occhi di numerosi testimoni e addirittura davanti a una telecamera per poter affermare la propria egemonia. Si spiega così la contestata aggravante del metodo mafioso nei confronti di Roberto Spada. Secondo il pm Giovanni Musaro', che domani chiederà al gip la convalida del fermo e l'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare, Spada, forte anche di un manganello e di un gruppo di persone riunite per l'occasione, ha ostentato in modo evidente e provocatorio una condotta idonea a esercitare sui soggetti passivi quella particolare coartazione e quella conseguente intimidazione che è tipica delle organizzazioni mafiose.

I due aggrediti, il giornalista Daniele Piervincenzi e l'operatore Edoardo Anselmi, oltre al pestaggio, sono stati raggiunti da insulti del tipo 'avete rotto il c....', 'non vi fate piu' vedere qui', 'vi prendo la macchina e vedi che non la trovi piu''. Chi indaga ritiene che il clan degli Spada punti a guadagnare terreno e potere a Ostia sostituendosi alla famiglia Fasciani, 'colpita' negli ultimi anni da ripetuti provvedimenti restrittivi e da pesanti sentenze di condanna. L'interrogatorio di garanzia potrebbe tenersi a partire da sabato prossimo. 

Minniti: fermo dimostra no zone franche - "Il fermo di Roberto Spada è la dimostrazione che in Italia non esistono zone franche". Lo dice il ministro dell'Interno Marco Minniti, che ringrazia la Procura della Repubblica di Roma e l'Arma dei Carabinieri.

Renzi: lo Stato c'è - "Il ministro dell'Interno ha detto lo Stato c'è e noi siamo d'accordo con Minniti". Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, in diretta Facebook dal treno del Pd a proposito del fermo a carico di Roberto Spada autore della testata al giornalista Daniele Piervincenzi. "I complimenti alle forze dell'ordine che in 24 ore hanno arrestato l'autore dell'aggressione", ha aggiunto Ettore Rosato. 
Il giornalista: nessuna gioia - "Non provo nessuna gioia o soddisfazione per il fermo di Roberto Spada". Lo dice a 'La Vita in Diretta' il giornalista Daniele Piervincenzi aggredito dallo Spada. 

Il capo della polizia: fatti di gravità eccezionale - L'aggressione di Ostia al giornalista della trasmissione Rai 'Nemo': "È un fatto di una gravità eccezionale che dimostra che quel territorio ha bisogno ancora di essere oggetto di attenzioni, di misure significative che abbiamo preso e continueremo a prendere con particolare incisività". E' quanto ha dichiarato il capo della polizia, Franco Gabrielli. Il fascicolo è stato affidato ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia. 

A Ostia un'intervista termina in un pestaggio Gli "inviati di 'Nemo Nessuno Escluso', il giornalista Daniele Piervincenzi e il film maker Edoardo Anselmi, sono stati violentemente aggrediti a Ostia da Roberto Spada, membro della famiglia Spada, nota alle cronache per diverse inchieste giudiziarie, e da un suo sodale". A rendere noti i fatti, con una nota, ieri era stata la Rai, spiegando che la troupe del programma di Rai2 doveva realizzare un servizio sul voto nel municipio di Ostia. "Piervincenzi ha il setto nasale rotto e una prognosi di 30 giorni".

"Per realizzare un servizio sul voto nel municipio di Ostia - si legge ancora nella nota - Piervincenzi è andato davanti alla palestra gestita da Roberto Spada per chiedergli un commento sul suo sostegno a Casapound, adesione dichiarata sul suo profilo Facebook qualche giorno prima delle elezioni". "Dopo aver risposto a diverse domande, improvvisamente Spada ha dato una violentissima testata a Piervincenzi e l'ha rincorso, picchiandolo con un bastone. Poi, insieme a un'altra persona, si è diretto verso il film maker, sferrando calci e pugni". 

Orfeo e Maggioni: aggressione inaccettabile "Un'aggressione inaccettabile e intollerabile. Piena solidarietà a Daniele Piervincenzi e a Edoardo Anselmi, brutalmente malmenati solo per aver svolto il loro mestiere: quello di giornalista. La Rai è con loro: l'azienda garantirà piena assistenza ai due giornalisti, anche in sede legale" hanno subito assicurato in una nota congiunta il direttore generale e il presidente della Rai, Mario Orfeo e Monica Maggioni...
 


[/html]  
More... ] 


mar 07 nov 2017 19:37:50 CET
Puigdemont:"Spagna è fascista,fa paura"
 
More... ] 


gio 02 nov 2017 20:27:55 CET
Catalogna in piazza contro gli arresti
 
More... ] 


gio 02 nov 2017 19:44:48 CET
Intercettazioni, Boschi: "Se irrilevanti, giusto che non vadano sui giornali"
[html]
Maria Elena Boschi, parlando poi della sentenza della Cassazione sull'Ici per le scuole religiose, ha detto che "c'è la disponibilità da parte del governo ad aprire il confronto per vedere quali possono essere gli interventi normativi da fare, dovendo far fronte a una sentenza della Cassazione, della magistratura, nella sua autonomia. Ora - ha aggiunto - affronteremo un confronto per capire le soluzioni possibili". Poi il ministro parla anche dell'uscita di Denis Verdini da Forza Italia. "Mi auguro che tutta Fi, anche il capogruppo Romani, torni a votare con noi le riforme costituzionali come ha fatto l'anno scorso", ha detto Boschi. "Verdini in realtà è uscito da Fi, non è entrato nel Pd - ha aggiunto a margine della festa dell'Unita a Castelfiorentino - Ha scelto di uscire da Fi è un problema che riguarda il loro partito".
 
[/html]  
More... ] 



Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.