Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD




123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Online
Ospiti: 1, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png



L'Unesco consacra la pizza: l'arte del pizzaiolo napoletano è patrimonio culturale dell'umanità

giovedì 07 dicembre 2017 - 14:19:06

Ad annunciarlo su twitter il Ministro Martina. La pizza è il settimo "tesoro" italiano ad essere iscritto nella Lista del patrimonio immateriale dell'Unesco. 

Jeju (Corea del Sud) - 07 dic. 2017 - "L'arte del pizzaiuolo napoletano patrimonio culturale dell'Umanità Unesco". Lo annuncia il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina su Twitter. "Vittoria! Identità enogastronomica italiana sempre più tutelata nel mondo", sottolinea. Dopo 8 anni di negoziati internazionali, a Jeju, in Corea del Sud, voto unanime del Comitato di governo dell'Unesco per l'unica candidatura italiana, riconoscendo che la creatività alimentare della comunità napoletana unica al mondo. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


La notte della Superluna: ecco le immagini più belle della luna gigante

lunedì 04 dicembre 2017 - 21:50:10

Il nostro satellite naturale stanotte si è trovato in prossimità del perigeo, ovvero il punto della sua orbita di massimo avvicinamento alla Terra, quando la sua faccia visibile è completamente illuminata.
 
superluna.jpg04 dicembre 2017 -  Una Luna piena come non l'abbiamo mai vista in tutto quest'anno. Il nostro satellite naturale stanotte si è trovato in prossimità del perigeo, ovvero il punto della sua orbita di massimo avvicinamento alla Terra, quando la sua faccia visibile è completamente illuminata. Una luna piena da record dunque, che non a caso viene chiamata super Luna: quella della notte appena trascorsa è la Luna piena più vicina al nostro pianeta di tutto l'anno: un disco lunare più grande del 13 per cento e più luminoso del 28 per cento rispetto a quando il nostro satellite si trova alla massima distanza dalla Terra, ovvero all'apogeo. Chi se la fosse persa potrà rifarsi nella notte di Santa Lucia: erroneamente considerata la più lunga dell'anno, sarà illuminata da una pioggia di stelle cadenti, le Geminidi, paragonabili per quantità e brillantezza alle Perseidi (le 'lacrime di San Lorenzo' visibili ad agosto). (Rainews)

   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Napoli-Juventus 0-1: Higuain sbanca il San Paolo

sabato 02 dicembre 2017 - 08:38:37

Una rete del Pipita nel primo quarto d'ora decide la sfida tra Sarri e Allegri e costringe gli azzurri al primo ko in campionato
 
el_pipita_higuain1.jpgNapoli, 01 dic. 2017 - (Corriere dello Sport) - Juve solida in difesa, concreta davanti, con un gol in avvio di partita sulla falsariga della partita di aprile dello scorso campionato. Allora fu Khedira, stasera è Higuain, solo che stavolta il gol del Napoli non arriva e al San Paolo i campioni d'Italia si prendono tre punti pesantissimi per classifica e morale, riacciuffando di fatto la squadra di Sarri e riaprendo tutti i giochi scudetto. Dopo la rete del Pipita - 5 centri su 5 sfide alla sua ex squadra - il primo tempo passa in controllo e la ripresa con qualche scossone in più ma con il pullman ben parcheggiato davanti a Buffon: azzurri costretti alla prima sconfitta in campionato e prova di forza nel momento più delicato, ribadita la propria candidatura al settimo titolo consecutivo e promemoria a tutte le avversarie: per portare via il tricolore da Torino servirà qualcosa di straordinario.  


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


La via Lattea è pronta a divorare un'altra galassia

martedì 28 novembre 2017 - 19:31:04

Il "boccone" sarebbe la Piccola Nube di Magellano 

28 nov. 2017 - La Via Lattea e la sua vicina, la Grande Nube di Magellano, si stanno preparando a un banchetto cosmico che le porterà a divorare una terza galassia, la Piccola Nube di Magellano. Lo indicano i segnali ricevuti dal grande radiotelescopio australiano Askap (Square Kilometre ArrayPathfinder) del Consiglio nazionale delle ricerche australiano(Csiro) e analizzati dal gruppo dell'astrofisica NaomiMcClure-Griffiths, dell'Australian National University (Anu). "Le galassie grandi come la nostra hanno bisogno di 'mangiare' continuamente galassie più piccole per acquisire carburante e produrre nuove stelle. Altrimenti esauriscono le loro riserve di energia e muoiono. E' il ciclo della vita nello spazio", scrive la ricercatrice sul sito dell'università. "La Via Lattea - aggiunge - ha bisogno di mangiare galassie percontinuare a produrre stelle". McClure-Griffiths e la sua squadra della Scuola di Astronomiae Astrofisica dell'università hanno concentrato la ricerca sulla Piccola Nube di Magellano, la galassia nana dalla forma irregolare molto vicina alla Via Lattea e che contiene alcune centinaia di milioni di stelle. Distante circa 200.000 luce dalla nostra galassia, è uno degli oggetti più distanti visibili a occhio nudo. Un giorno però non ci sarà più, spiega McClure-Griffiths. La Piccola Nube di Magellano è destinata ad essere divorata da due galassie molto più grandi: nel corso di diversi miliardi di anni sarà completamente incorporata dentro di esse. La spia di questo processo sono le distorsioni che il radiotelescopio ha permesso di osservare ai margini della Piccola Nube di Magellano, dovute soprattutto all'interazione con le sue 'ingombranti' vicine di casa. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Reggio, Guarneri con le “Maschere” fa rivivere la magia di Pirandello

domenica 26 novembre 2017 - 16:45:44

enrico-guarneri-al-cilea.jpgReggio Calabria, 26 nov. 2017 - (Strill.it) - Con “Maschere (La Patente-La Giara) nuovo spettacolo ideato e diretto da Guglielmo Ferro con l’istrionico Enrico Guarneri,  “esplode” il teatro “Francesco Cilea”. Enrico è ormai un amico della città dello Stretto, è uno dei maggiori esponenti della grande tradizione teatrale siciliana e ieri sera, dopo aver registrato con i matinèe per le scuole un sold-out meritatissimo, sigla un altro pienone vestendo i panni dei protagonisti delle due famose novelle di Luigi Pirandello, “La Giara” e “La Patente”. E’ un intenso e coinvolgente spettacolo che strappa tante risate ad un pubblico divertito e particolarmente ammaliato dalla carica emotiva del protagonista catanese ma anche dall’esuberante cast di attori siciliani, bravissimi a rendere ancora più leggera un’opera che si dipana all’interno del pensiero pirandelliano delle Maschere e del gioco del teatro nel teatro. Una full immersion nella filosofia esistenziale del poeta italiano in due atti unici che si fondono tra loro creando un solo spettacolo. Sul palco, predomina la psiche umana tanto studiata da Pirandello che mette a nudo la crisi dell’“Io” che, spodestato della sua vera identità, per poter esistere è costretto a trovarne un’altra assumendo la maschera impostagli da altri. Il merito del regista Ferro è quello di aver costruito una cornice “meta-teatrale” affidando l’arduo compito ad una colonna del teatro italiano, Enrico Guarneri che, con la sua innata ironia, riesce ad indossare senza alcun problema, gli abiti di personaggi grotteschi con le loro fissazioni maniacali ma anche, di aver imposto un vero inno alla sopravvivenza e alla resistenza del Teatro. In due ore, sono tirate fuori le “maschere” del mondo letterario pirandelliano e, come se fossero riposte in uno scrigno, compaiono le fragilità dell’essere umano partendo da “La Patente” che si svolge in un luogo/non luogo, senza tempo e senza spazio. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Uma Thurman, thanksgiving al veleno: "Harvey Weinstein, non meriti neanche una pallottola"

venerdì 24 novembre 2017 - 09:10:49

Contro il produttore di Hollywood travolto dallo scandalo molestie sessuali scende in campo anche l'attrice simbolo di una stagione dorata di Hollywood. E lo fa con un messaggio su Instagram in occasione della Festa del Ringraziamento

umatruman.jpg24 nov. 2017 - Dopo aver a lungo taciuto (il 5 ottobre è uscita la notizia delle attivita' predatorie sessuali di Harvey Weinstein), Uma Thurman, che, prima con 'Pulp Fiction' e poi con la saga 'Kill Bill' di Quentin Tarantino (tutti prodotti dall'ex re Mida di Hollywood), e' assurta ad icona del cinema Usa, oggi si e' lasciata andare a una critica sprezzante sostenendo: "Harvey Non meriti neanche un pallottola". Sul suo account Instagram, l'attrice inizia augurando buon Thanksgiving ai suoi fan e prosegue: "Ho detto recentemente che ero arrabbiata, e avevo qualche ragione, #metoo (l'ashatag su Tiwtter per denunciare le molestie seessuali)....Penso fosse importante prendermi del tempo, essere corretta e precisa per cui buon Thanksgiving a tutti! (Eccetto tu Harvey, e tutti i tuoi malvagi cospiratori - sono felice che tutto stia procedendo lentamente- perche' tu non meriti neanche una pallottola). Continuate a seguirmi. Uma Thurman". (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


L'annuncio in diretta Tv del presidente iraniano Hassan Rohani: "Lo Stato islamico è finito"

martedì 21 novembre 2017 - 11:31:17

Parole che arrivano dopo il colloquio a Sochi tra il leader siriano Bashar al-Assad e il presidente russo Vladimir Putin e alla vigilia del trilaterale che domani vedrà riuniti nella città sulle rive del Mar Nero Putin, Rohani e il leader turco Recep Tayyip Erdogan

rohani_annunciotv.jpgTeheran, 21 nov. 2017 - (Rainews) - Il presidente iraniano Hassan Rohani ha annunciato la fine del sedicente Stato Islamico in un discorso trasmesso in diretta dalla tv di Stato iraniana. L'annuncio arriva dopo il colloquio a Sochi tra il leader siriano Bashar al-Assad e il presidente russo Vladimir Putin e alla vigilia del trilaterale che domani vedrà riuniti nella città sulle rive del Mar Nero Putin, Rohani e il leader turco Recep Tayyip Erdogan.
 
Putin e Assad: "La lotta al terrorismo sta finendo" In Siria le operazioni militari contro i terroristi si stanno avvicinando alla fine, ora bisogna lavorare per una soluzione politica della crisi. E' quanto ha detto il presidente russo Vladimir Putin al presidente siriano Bashar Assad nell'incontro che hanno avuto ieri a Sochi, sul Mar Nero, secondo quanto riferito in una nota dal Cremlino. "Credo che il problema del terrorismo sia universale - ha affermato Putin - molto deve essere fatto per raggiungere una vittoria completa sul terrorismo, ma, per quanto riguarda la nostra cooperazione nella contro i terroristi in Siria, l'operazione militare sta realmente arrivando alla conclusione". 



Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Vladimir Putin riceve Bashar al Assad a Sochi: "La lotta al terrorismo in Siria è vicina alla fine"

martedì 21 novembre 2017 - 11:30:29

Il vice presidente della Commissione Difesa della Russia ha ricordato che alla fine delle operazioni anti-terrorismo, in Siria rimarranno le basi militari russe anche se sarà ridotto il numero di truppe e delle forze di aviazione presenti nel Paese. Domani sul Mar Nero vertice tra Russia, Turchia e Iran

assad-putin.jpgSochi, 21 nov. 2017 - (Rainews) - In Siria le operazioni militari contro i terroristi si stanno avvicinando alla fine, ora bisogna lavorare per una soluzione politica della crisi. E' quanto ha detto il presidente russo Vladimir Putin al presidente siriano Bashar Assad nell'incontro che hanno avuto ieri a Sochi, sul Mar Nero, secondo quanto riferito in una nota dal Cremlino. "Credo che il problema del terrorismo sia universale - ha affermato Putin - molto deve essere fatto per raggiungere una vittoria completa sul terrorismo, ma, per quanto riguarda la nostra cooperazione nella contro i terroristi in Siria, l'operazione militare sta realmente arrivando alla conclusione".

Ora servono progressi politici - A questo punto, ha esortato il presidente russo rivolto ad Assad, "penso che la cosa principale sia di far avanzare il processo politico e sono contento di vedere la sua disponibilità a lavorare con chiunque voglio trovare soluzioni e stabilire la pace".

Assad: "Enormi successi ottenuti" - "Enormi successi sono stati raggiunti sia sul campo di battaglia che a livello politico - ha rivendicato dal canto suo il presidente siriano - Molte aree in Siria sono state liberate dai terroristi e i civili che erano stati costretti a lasciare quelle zone sono stati in grado di tornare". Secondo il presidente siriano, "bisogna ammettere che l'operazione ha reso possibile far avanzare il processo per un accordo politico in Siria". 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


"SOLDATI DI VENTURA" TUTTI I VERTICI DEGLI ORGANI SPORTIVI NAZIONALI. AL PARI DEL CT ESONERATO.

mercoledì 15 novembre 2017 - 23:23:48

Sulla mancata qualificazione dell'Italia ai mondiali 
 
ventura_tavecchio.jpgdi Gianfranco Tauro - Non ci voleva certo la zingara per capire come sarebbe andata a finire l'avVentura azzurra nella fase di qualificazione ai mondiali di Russia 2018. Adesso tutti a scandalizzarsi dopo l'uscita di scena di Buffon e compagni. Contro la Svezia, una sorta di "Caporetto" preannunciata, di cui non mi sorprendo affatto; se è vero come è vero l'esonero del ct Ventura (inutilmente avvenuto a scoppio ritardato ) peggio che a vestire i panni del generale Cadorna, che almeno quest'ultimo dopo la disfatta nella dodicesima battaglia dell'Isonzo, venne sostituito in corsa da Armando Diaz...nel tentativo di mettere una pezza e correre ai ripari.
 
Si poteva intervenire già subito dopo la sconfitta con la Spagna con l'esonero immediato del ct, se ai vertici della FIGC e del CONI vi fosse stato un minimo di perspicacia e competenza: chiunque al posto di Ventura avrebbe fatto meglio nelle gare successive. Sono più che convinto, la qualificazione ai mondiali era alla nostra portata. Ma tant'è!
 
Perchè adesso tutti gridano al lupo al lupo e le centinaia e centinaia di italiani che si danno arie di esperti del calcio, non hanno fatto le barricate a suo tempo, ad elezione avvenuta di Ventura? Nel momento in cui il sig. Tavecchio (un intruso incompetente in materia) che fa il paio con Malagò e compagnia bella, illustri mercenari nella schiera dei malcapitati assurti ai vertici delle istituzioni nazionali sportive e federazioni italiane...


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Roberto Spada in carcere dopo pestaggio giornalista Rai a Ostia. Minniti: "Non ci sono zone franche"

venerdì 10 novembre 2017 - 10:29:53

Accuse di lesioni aggravate e violenza privata con l'aggravante di aver agito con un metodo mafioso. mentre veniva prelevato dai carabinieri qualcuno dalle finestre dei palazzi vicini ha insultato i giornalisti chiamandoli "avvoltoi". Si cerca un complice. Il giornalista: non provo gioia

Roma, 10 nov. 2017 - (Rainews) Prima notte dietro le sbarre per Roberto Spada. ll responsabile del plateale pestaggio di Ostia ai danni di una troupe della Rai è in cella con accuse gravissime e già oggi i i pm Giovanni Musarò ed Ilaria Calò, titolari dell'inchiesta, chiederanno la convalida del fermo al gip, mentre domani, probabilmente, dovrebbe esserci l'interrogatorio di garanzia.

Il fermo da parte dei carabinieri - I Carabinieri del Nucleo investigativo e i Carabinieri della compagnia di Ostia hanno sottoposto a fermo Roberto Spada in esecuzione del decreto del procuratore aggiunto Michele Prestipino in relazione all'aggressione avvenuta martedì ai danni del giornalista Daniele Piervincenzi e del cameraman che era con lui. Roberto Spada, è stato portato a Regina Coeli. Spada era stato fermato mentre si trovava nella sua abitazione, è stato condotto nella caserma dei carabinieri in viale Alfredo Zambrini per gli accertamenti di rito, e poi come detto a Regina Coeli. 



Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Puigdemont:"Spagna è fascista,fa paura"

martedì 07 novembre 2017 - 19:37:50

07 nov. 2017 - La Spagna è "uno Stato che fa paura". Così il presidente deposto catalano, Puigdemont, parlando di "fascismo" e di "colpo di Stato contro un governo legittimo". Puigdemont ha denunciato che i suoi ministri e consiglieri "in carcere sono stati maltrattati, la Spagna dovrà risponderne". Acclamato dai 200 sindaci indipendentisti riuniti a Bruxelles, ha ringraziato "parlamentari e sindaci dell'N-Va", il partito indipendentista fiammingo che ha ottime relazioni con i separatisti catalani. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Catalogna in piazza contro gli arresti

giovedì 02 novembre 2017 - 20:27:55

Catalogna, 02 nov. 2017 - Migliaia di persone in piazza nelle città catalane in risposta all'appello delle organizzazioni della società civile indipendentista per denunciare l' arresto ordinato oggi di 8 membri del Governo Puigdemont, fra cui il vicepresidente Junqueras. E i leader indipendentisti hanno lanciato appelli alla popolazione catalana a mantenere la calma dopo l'arresto di tutto il Governo non in esilio. "Fate ogni giorno quello che potete perché il bene sconfigga il male nelle urne", ha twittato il vicepresidente Junqueras. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Intercettazioni, Boschi: "Se irrilevanti, giusto che non vadano sui giornali"

giovedì 02 novembre 2017 - 19:44:48

Il ministro per le Riforme: "No ai gossip, no al Grande fratello e no a bavagli". Parlando delle norme sulle intercettazioni a margine della festa dell'Unità di Castelfiorentino, Boschi dice: "Non c'è alcun bavaglio - ha aggiunto - stiamo affrontando in Parlamento una delega che riguarda tutto il processo penale" 

meboschi.jpgCastelfiorentino, 02 nov. 2017 - Rainews "Se si riterrà di precisare meglio, di scrivere meglio la norma perché sia più chiara lo faremo in aula. Questo primo passaggio in commissione è solo l'inizio di un passaggio parlamentare". Così il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, parlando delle norme sulle intercettazioni a margine della festa dell'Unità di Castelfiorentino. "Non c'è alcun bavaglio - aggiunge il ministro - stiamo affrontando in Parlamento una delega che riguarda tutto il processo penale". "La norma in discussione - spiega - dice che i privati non possono essere più liberi nell'intercettare di quanto può fare la magistratura". Il ministro dice poi che nessuno vuole vivere "costantemente sotto il 'grande fratello' e i giornalisti potranno fare bene il loro lavoro, ma quando ci raccontano cose che hanno un senso a livello di indagini o se hanno un rilievo pubblico, non i pettegolezzi, che non devono riguardare le intercettazioni". Poi ribadisce che se dalle intercettazioni non emerge elemento di responsabilità, non emergono reati, non servono a processi, "ma magari ci sono solo persone che raccontano aspetti privati della loro vita, non e' giusto che finiscano sui giornali". 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 

Vai a pagina       >>  
Categorie News
   
I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News

gio 07 dic 2017 14:19:06 CET
L'Unesco consacra la pizza: l'arte del pizzaiolo napoletano è patrimonio culturale dell'umanità
[html]
Una passione planetaria - La passione per la pizza è diventata planetaria, con gli americani che sono i maggiori consumatori con 13 chili a testa mentre gli italiani guidano la classifica in Europa con 7,6 chili all'anno, e staccano spagnoli (4,3), francesi e tedeschi (4,2), britannici (4), belgi (3,8), portoghesi (3,6) e austriaci, che con 3,3 chili di pizza pro capite annui chiudono questa classifica. L'arte dei pizzaiuoli napoletani è il settimo "tesoro" italiano ad essere iscritto nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. L'elenco tricolore comprende anche l'Opera dei pupi (iscritta nel 2008), il Canto a tenore (2008), la Dieta mediterranea (2010) l'Arte del violino a Cremona (2012), le macchine a spalla per la processione (2013) e la vite ad alberello di Pantelleria (2014). Accanto al patrimonio culturale immateriale, l'Unesco ha riconosciuto nel corso degli anni anche un elenco di siti, e proprio l'Italia è lo Stato che ne vanta il maggior numero a livello mondiale. Significativamente però gli ultimi elementi ad essere iscritti negli elenchi, dallo Zibibbo di Pantelleria alla Dieta Mediterranea, fanno riferimento al patrimonio agroalimentare made in Italy, a testimonianza della sempre maggiore importanza attribuita all'alimentazione. Non a caso il 2018 cibo è stato proclamato l'anno internazionale del cibo italiano nel mondo.
 
I pizzaiuoli: coronato un sogno - Soddisfazione per il riconoscimento Unesco ottenuto dai pizzaiuoli napoletani viene espresso da Sergio Miccù, presidente dell'associazione 'Pizzaiuoli napoletani', tra i promotori della richiesta del riconoscimento. "Un lungo lavoro - dice Miccù dalla Corea dove ha atteso il verdetto del comitato di governo dell'Unesco - che l'associazione porta avanti da anni. Il riconoscimento corona un nostro sogno e un impegno costante". Sulla stessa linea d'onda Raffaele Biglietto: "Accogliamo con gioia la notizia del riconoscimento che dà valore alla nostra scelta di organizzare a Napoli una fiera interamente dedicata al pizzaiuolo: Tutto pizza, che intende valorizzare tale figura per il suo aspetto culturale e l'indotto economico che è capace digenerare". Per Attilio Albachiara, presidente dell'associazione 'ManiD'oro' si tratta di "una grande soddisfazione per l'intera categoria".

[/html]  
More... ] 




sab 02 dic 2017 08:38:37 CET
Napoli-Juventus 0-1: Higuain sbanca il San Paolo
[html]
HIGUAIN, L'UOMO PIU' ATTESO E TEMUTO - Mario Rui a sinistra, De Sciglio e Asamoah sulle fasce: queste le decisioni finali di Sarri e Allegri sugli ultimi dubbi di formazione. Si parte subito con le emozioni, che fanno dimenticare le scelte cromatiche quantomeno discutibili: Hamsik strozza il destro a ridosso dell'area, poi Pjanic si fa soffiare il pallone da Allan che serve con un attimo di anticipo l'inserimento del suo capitano, replica Higuain che chiede e ottiene il triangolo a Matuidi con Reina in uscita a chiudergli lo specchio della porta. Pressing alto del Napoli, la Juve abbassa Dybala a fare il secondo play per costruire la manovra. Al 13' si sblocca il match: Higuain, il più atteso e il più temuto dal San Paolo, sfrutta lo spazio lasciatogli da Koulibaly finalizza un contropiede fatto partire da un ottimo Douglas Costa in versione difensore e rifinito perfettamente da Dybala. Al contrario di altre volte, e forse ferito dai fischi dello stadio ai quali aveva già replicato durante il riscaldamento, il Pipita stavolta non trattiene l'esultanza: mano portata all'orecchio alla Toni e poi sguardo verso la tribuna dove siede De Laurentiis. 
 
[/html]  
More... ] 




dom 26 nov 2017 16:45:44 CET
Reggio, Guarneri con le “Maschere” fa rivivere la magia di Pirandello
[html]
 
Qui Guarneri veste i panni di Rosario Chiarchiaro, il “capo degli scalognati” alla ricerca di una “patente da iettatore” che certifichi la maschera costruitagli dagli altri e di Don Lolò, protagonista della vicenda de “La giara”, con la fissazione maniacale per la sua “roba”.
 

Dalle parole di Chiarchiaro salta subito fuori l’irrazionalità derivante dall’assunzione di un ruolo sociale che non gli appartiene e dall’abbandono della propria identità a favore di quella che altri gli hanno affibbiato.
 

“Signor giudice – urla Chiarchiaro come se volesse giustificare quella sua condizione esistenziale – ho accumulato tanta bile e tanto odio, io, contro tutta questa schifosa umanità, che veramente credo d’avere ormai in questi occhi la potenza di far crollare dalle fondamenta una intera città!”.
 

In chiave umoristica, Guarneri e la sua compagnia creano uno spaccato tragicomico che fa comunque riflettere sulla miserevole condizione di un essere umano perennemente alla ricerca di sé e del proprio posto nel mondo.
 

Una condizione che Pirandello aveva ben colto imparando a sue spese che, in questo lungo tragitto della vita, si incontreranno inevitabilmente tante maschere e pochi volti.
 
(Strill.it) 

[/html]  
More... ] 



Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.