Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD


12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728




Online
Ospiti: 2, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png



Cinema, addio a Pasquale Squitieri: dagli 'spaghetti western' al cinema sociale

sabato 18 febbraio 2017 - 13:56:50

Aveva 78 anni. Cominciò la carriera con lo pseudonimo di William Redford, poi passò a lavorare sui temi d'attualità della società italiana, dalla mafia all'immigrazione. Ebbe una lunga storia d'amore con Claudia Cardinale 

Roma, 18 feb. 2017 - Pasquale Squitieri, il regista nato a Napoli il 27 novembre 1938, è venuto a mancare questa mattina circondato dall'affetto dei suoi cari all'ospedale Villa San Pietro di Roma. Lo rendono noto il fratello Nicola, la seconda moglie Ottavia Fusco, la figlia Claudia. La camera ardente sarà allestita domani dalle 11 alle 18. Laureato in giurisprudenza, debutta nel cinema come regista e sceneggiatore con Io e Dio (1969), prodotto da Vittorio De Sica e, sulla falsariga di registi come Sergio Leone si dedicherà brevemente al genere spaghetti western con Django sfida Sartana (1970) e La vendetta è un piatto che si serve freddo (1971). Entrambe le pellicole sono firmate con lo pseudonimo William Redford. Squitieri però abbandona presto il suo nome d'arte e si occupa di tematiche più attuali e realtà allora poco raccontate della società italiana. Pellicole come L'ambizioso (1975), Il prefetto di ferro (1977) e Corleone (1978) riguardano i contatti tra mafia e politica; Viaggia, ragazza, viaggia, hai la musica nelle vene (1974) e Atto di dolore (1990) hanno come tema principale la droga; Gli invisibili (1988) il terrorismo; L'avvocato de Gregorio (2003) le cosiddette “morti bianche” ; Razza selvaggia (1980) e Il colore dell'odio (1990) affrontano l'argomento dell'immigrazione. Dal 1994 si impegna anche in politica, prima con Alleanza Nazionale poi il Polo delle Libertà. Sentimentalmente è stato legato dagli anni Settanta all'attrice Claudia Cardinale, che ha anche recitato in molti suoi film come Il prefetto di ferro, Corleone, Claretta, Li chiamarono... briganti! e I guappi. Nel 2003 si lega all'attrice e cantante Ottavia Fusco, che ha sposato nel dicembre 2013. (Rainews) 

   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Questura di Roma, cambio al vertice: arriva il superpoliziotto Guido Marino. D'Angelo prefetto a Viterbo

sabato 18 febbraio 2017 - 13:19:16

guidomarino1.jpgRoma, 17 feb. 2017 - Il questore Nicolò D’Angelo, nominato prefetto, lascia Roma. È stato destinato alla prefettura di Viterbo. Al suo posto, arriva l’attuale questore di Napoli, Guido Marino. Origini reggine, nella sua carriera più che trentennale nella Polizia di Stato, ha rivestito importanti incarichi nelle lotta alla criminalità organizzata. Agli inizi della carriera, ha prestato servizio presso la Questura di Bergamo, quindi ha lavorato alla Squadra Mobile di Milano e, nella stessa sede, presso il Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia (Dia). «Usa parole schiette, così com’è nel suo carattere. È diretto senza fronzoli. Un poliziotto prima di tutto», dicono i colleghi che hanno lavorato con lui.

Dal 1995 ha diretto la Squadra Mobile di Genova e, dal giugno 1997 quella di Palermo. Nel mese di agosto del 2002 ha assunto l’incarico di Vice Questore Vicario della Questura di Palermo. Dopo la promozione a Dirigente Superiore, è stato Questore della provincia di Cosenza da agosto 2004 ad agosto 2007, per poi assumere fino a dicembre 2010 la direzione della Questura di Caltanissetta, che nel settembre 2011 gli conferiva la cittadinanza onoraria. Dal 1° gennaio 2011 ha diretto il II° Reparto della Dia di Roma. Promosso Dirigente generale, dal 12 giugno 2012 ha assunto l’incarico di questore della provincia di Catanzaro. Poi il passaggio a Napoli. E ora a Roma.

Ovviamente lo spostamento di Marino a Roma ha innescato una serie di movimenti nelle questure italiane. Al suo posto andrà infatti Antonio De Iesu, fino ad oggi a Milano, dove invece arriva da Catania Marcello Cardona. In Sicilia, al posto di Cardona, va Giuseppe Gaultieri, attuale questore di Potenza, mentre Antonio Maiorano lascia la questura di Trieste e va a fare il questore a L’Aquila. (ilmessaggero)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Insediamenti, Abu Mazen minaccia lo stop alla cooperazione con Israele sulla sicurezza

mercoledì 08 febbraio 2017 - 22:09:11

Il leader palestinese: la responsabilità sarà del governo israeliano che continua a portare avanti la colonizzazione 

Medio Oriente, 08 feb. 2017 - I palestinesi potrebbero smettere di cooperare con Israele sulla sicurezza se il governo Netanyahu porterà avanti la controversa politica degli insediamenti in Cisgiordania. A minacciarlo è il presidente dell'Autorità palestinese, Abu Mazen, che a Parigi ha dichiarato di non aver altra scelta che sospendere la cooperazione sulla sicurezza con Israele se continuerà la politica di colonizzazione. "Siamo impegnati sulla strada della pace e della sicurezza - ha detto Abu Mazen in Senato - ma ho un limite. Per esempio, se Israele continua la colonizzazione, abbiamo già delle decisioni per sospendere la cooperazione sulla sicurezza ma ne ho bloccato l'applicazione, finora". "Se la colonizzazione continua - ha continuato Abu Mazen - non avrò altra scelta, non ne sarò responsabile io, ma il governo israeliano perché prosegue e intensifica la colonizzazione". Il Parlamento israeliano aveva votato lo scorso 6 febbraio una controversa legge in favore dei coloni, che retroattivamente legalizza circa 4.000 abitazioni costruite su terra palestinese in Cisgiordania. La legge è stata approvata con 60 voti contro 52, in terza e ultima lettura. La norma era stata fortemente ma inutilmante contestata dall'opposizione. Una settimana prima, Il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Avigdor Lieberman avevano dato il via libera alla costruzione di 2.500 nuove unità abitative in Cisgiordania. (Rainews
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Recupero Serie A: la Juventus vince 2-0 a Crotone e allunga

mercoledì 08 febbraio 2017 - 21:57:36

Bianconeri a più 7 sulla Roma. Dopo la vittoria della Roma all'Olimpico contro la Fiorentina, la Juventus arriva a Crotone per ristabilire le distanze. I calabresi resistono un tempo, poi Mandzukic e Higuain regolano lal pratica e i bianconeri vanno in fuga. 

Crotone, 08 feb. 2017 - La Juventus si presenta al recupero della 18.ma giornata con l’intenzione di riportarsi a +7 sulla Roma, reduce dalla squillante vittoria dell’Olimpico sulla Fiorentina. I padroni di casa del Crotone cercano di restare aggrappati alla speranza salvezza. Allegri non cambia modulo ma schiera Pjaca, Dybala e Mandzukic a sostegno di Higuain, A centrocampo c'è Rincon al posto di Pjanic. Dani Alves e Asamoah sugli esterni. Davide Nicola conferma il consueto 4-4-2, con Tonev a supporto di Falcinelli. Come è logico il Crotone parte coperto e i ritmi di gioco non sono affatto elevati. Al 18’ si fa vedere Higuain con un tiro che però è largamente al lato. La Juventus fatica a trovare spazi ed è spesso costretta a ricominciare le azioni offensive. A fine primo tempo azione tambureggiante dei bianconeri, ma Ferrari salva sul tentativo di Dybala. Al 60’ colpo di testa di Asamoah, Cordaz respinge ma Mandzukic insacca sotto misura.La Juve imprime più ritmo e Allegri inserisce Pjanic per Khedira. Dal punto di vista tattico non cambia molto. Nel Crotone Acosty per Sampirisi. Al 74’ è la volta di Higuain che, servito da Rincon, non perdona. Tra i bianconeri entra anche Barzagli al posto di Dani Alves. Nicola mette dentro Trotta per Tonev. Fuori anche Falcinelli rilevato da Suljic. All’85’ Cross di Barzagli e splendido destro al volo di Pjanic: palla respinta dalla traversa. Allegri completa i cambi sostituendo Pjaca con Sturaro. I campioni d’Italia non forzano più di tanto e portano a casa i 3 punti mettendo in cassaforte il primato. Missione compiuta. (rainews) 
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Cosenza, spesa e slot in orario di lavoro: indagati 18 dipendenti dell'Asp

martedì 07 febbraio 2017 - 21:29:27

Ogni giorno qualcuno si occupava di strisciare i cartellini per tutti gli altri. Nel frattempo impegnati nel proprio studio privato o in altre attività
 
Cosenza, 07 feb. 2017 - ( repubblica.it ) - Giocavano alle slot, andavano a fare la spesa o si intrattenevano con gli amici. Per questo motivo, 18 dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza sono stati colpiti oggi da diverse misure cautelari - per 4 la sospensione dal servizio, per 14 l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria - chieste e ottenute dal pm Giuseppe Cava, dal procuratore capo, Mario Spagnuolo e dall'aggiunto, Marisa Manzini.

Destinatari dei provvedimenti di sospensione sono due medici, un capo infermiere e un ausiliario, mentre altri 14 fra dirigenti, dottori e amministrativi saranno obbligati a presentarsi quotidianamente al comando dei carabinieri. Tutti sono a vario titolo indagati per truffa aggravata, sostituzione di persona e falso ideologico. Gli indagati però sono molti di più. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Draghi: "Dobbiamo assicurare che l'euro funzioni per tutti" Titoli Stato: spread Btp/Bund tocca quota 200 punti

lunedì 06 febbraio 2017 - 19:57:01

Grazie al trattato di Maastricht e alla moneta unica "abbiamo forgiato legami che ci hanno permesso di sopravvivere alla peggiore crisi economica dalla seconda guerra mondiale"

mario-draghi.jpgBruxelles, 06 feb. 2017 - (Rainews) - La crisi ha mostrato che i benefici dell'euro possono essere pienamente ottenuti "solo se disponiamo di istituzioni e politiche, a livello europeo e nazionale, che assicurino che funzioni per tutti". Lo ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, durante l'audizione trimestrale al parlamento europeo. "Non dobbiamo interrompere i nostri sforzi per rendere l'unione monetaria più solida e prospera, anche se la situazione economica migliora e se le sfide in altri campi hanno magnetizzato l'attenzione. Dobbiamo e possiamo affrontare le fragilità che permangono - ha aggiunto il capo della Bce - a livello nazionale ed europeo".

L'euro ci ha fatto sopravvivere - Grazie al trattato di Maastricht e alla moneta unica "abbiamo forgiato legami che ci hanno permesso di sopravvivere alla peggiore crisi economica dalla seconda guerra mondiale", ha detto Draghi. "La capacità di resistenza nel 2016, malgrado una serie di choc negativi, dimostra che siamo sulla strada giusta" e "suggerisce che le riforme a livello nazionale e europeo pagano in termini di crescita economica", ha aggiunto. "La ragione d'essere del progetto europeo" era e rimane di "tenerci uniti in termini difficili, quando la tentazione è di attaccare i nostri vicini o cercare soluzioni nazionali". Ricordando i 25 anni dalla firma del trattato di Maastricht, il presidente della Bce ha chiesto di "non interrompere i nostri sforzi per rendere l'unione economica e monetaria più resistente e prospera. Possiamo e dobbiamo affrontare le fragilità ben identificate che rimangono a livello nazionale e europeo", ha affermato. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Reggio, migranti al porto: concluse attività di sbarco

venerdì 03 febbraio 2017 - 23:45:38

Reggio Calabria, 03 feb. 2017 - Si sono concluse, nella serata odierna, le operazioni di sbarco dei migranti giunti ieri mattina nel Porto di Reggio, a bordo della nave “U. DICIOTTI CP 941”.

754 migranti, di cui 131 minori non accompagnati, provenienti da vari Paesi Africani sono stati sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni di volontariato. Il consistente numero di migranti ha prolungato i tempi necessari di fotosegnalamento degli stessi che devono essere identificati prima di partire per le destinazioni, come da Piano di riparto del Ministero dell’Interno.

Le operazioni di fotosegnalamento si sono concluse nel pomeriggio e hanno richiesto un continuo impegno del personale impiegato nei servizi. Come da prassi, i migranti sono stati sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni di volontariato; coloro che risultavano affetti da patologie cutanee, sono stati prontamente curati presso un’unità mobile di “decontaminazione” su richiesta di questa Prefettura. Il sistema di accoglienza, coordinato dalla Prefettura, è riuscito a far fronte, ancora una volta, anche a situazioni particolarmente complesse, grazie alla passione e alla dedizione che caratterizzano l’efficiente attività del personale che assicura assistenza e conforto ai migranti, cui va il plauso del Prefetto Michele di Bari. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Strage Viareggio, i familiari delle vittime: "Moretti si dimetta. La nostra battaglia non si ferma"

mercoledì 01 febbraio 2017 - 20:14:04

"Offensive le dichiarazioni del difensore" sulla sentenza "populista" che ha condannato l'ex ad di Ferrovie dello Stato a 7 anni per la strage del 2009. E annunciano ricorso alla sentenza di primo grado
 
Viareggio, 01 feb. 2017 - (Rainews) - I familiari delle vittime della strage di Viareggio chiedono le dimissioni di tutti coloro che sono stati condannati nel processo di primo grado di ieri e che hanno tuttora incarichi, come Mauro Moretti. Lo hanno detto gli stessi familiari aprendo la conferenza stampa di stamani a Viareggio. 'Riteniamo offensive le dichiarazioni dell'avvocato di Moretti", ha detto il portavoce, Marco Piagentini. "E' moralmente inaccettabile che dopo una condanna di primo grado Mauro Moretti sia ancora a guidare un'azienda di Stato. Ne chiediamo le dimissioni e che sia tolto a Moretti il titolo di Cavaliere del Lavoro". "A poche ore dalla lettura del dispositivo possiamo dire che il sistema ferroviario del trasporto merci pericolose tanto in Italia quanto in Europa è stato riconosciuto responsabile delle gravissime inadempienze e omissioni". E hanno annunciato che chiederanno il ricorso in appello: il lavoro della procura va valorizzato. Marco Piagentini, uno dei superstiti della strage alla stazione di Viareggio e componente del comitato dei parenti delle vittime ha detto che "chiediamo a chi è imputato, se non si sente colpevole la rinuncia alla prescrizione e di farsi giudicare in appello". 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Malesia, imbarcazione turistica dispersa: a bordo trentuno persone

domenica 29 gennaio 2017 - 14:54:45

Era salpata da Kota Kinabalu, la capitale dello stato di Sabah, diretta all'isola di Pulau Mengalum, popolare destinazione turistica a ovest della capitale. Tra i passeggeri oltre 20 turisti cinesi

Malesia, 29 gen. 2017 - Le autorità malese sono impegnate nella ricerca di un'imbarcazione turistica con 31 persone a bordo scomparsa ieri mentre si dirigeva verso l'isola della costa orientale del Paese. Secondo quanto fanno sapere fonti ufficiali, i passeggeri sono 28 cittadini cinesi più tre membri dell'equipaggio. Il natante, di proprietà di un'impresa turistica, è salpato ieri mattina da Kota Kinabalu, capoluogo della provincia di Sabah, nel nord-est dell'isola del Borneo, diretto all'isola di Mengalum, a circa 30 chilometri di distanza. Il proprietario ha allertato le autorità nella notte quando l'imbarcazione non aveva fatto ritorno dopo l'escursione, secondo quanto riporta il quotidiano locale, The Star. La guardia costiera malese ha stabilito un raggio di circa 400 miglia quadrate per la ricerca. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


L'Aquila, freddo. Muore un terremotato

sabato 28 gennaio 2017 - 18:58:25

L'Aquila, 28 gen. 2017 - Un uomo di 52 anni è morto a Montereale, il paese dell'Aquilano epicentro dell'ultimo terremoto che ha scosso il Centro Italia il 18 gennaio scorso. Dal giorno del sisma l'uomo dormiva in una roulotte parcheggiata vicino alla propria abitazione a Ville di Fano,frazione a 10 km da Montereale dove ieri notte la temperatura è scesa a -17°. Il 52enne ha avuto un malore è ha chiamato la guardia medica che ha inviato un'ambulanza per i soccorsi ma è morto in ambulanza durante la rianimazione. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Addio alla segretaria di Perry Mason: è morta Barbara Hale a 94 anni

sabato 28 gennaio 2017 - 10:25:08

barbara_hale.jpgLos Angeles, 28 gen. 2017 - È morta all'età di 94 anni l'attrice statunitense Barbara Hale, nota in particolare per il suo ruolo di Della Street, segretaria dell'avvocato Perry Mason nella omonima serie tv. Secondo quanto rende noto la sua famiglia, la Hale è deceduta giovedì scorso nella sua casa di Palm Desert, Los Angeles, circondata dalla famiglia, come il figlio William Katt (The Greatest American Hero, Carrie). È apparsa nei telefilm con Raymond Burr dal 1957 al 1966 e poi ancora in una serie di film per il piccolo schermo sul personaggio del famoso avvocato fatti dal 1985 al 1995 vincendo anche un Emmy come migliore attrice nel 1959. Era nativa di DeKalb, Illinois, a 4 anni si era trasferita con la famiglia a Rockford dove successivamente studiò teatro. Voleva diventare giornalista. Sotto contratto con la RKO recitò con Frank Sinatra in Higher and Higher e con Robert Young in Lady Luck, con James Stewart in Jackpot e James Cagney in A Lion Is in the Streets. Poi la svolta nel courtroom drama televisivo. Tra i suoi ultimi lavori Airport, in cui era la moglie di Dean Martin, The Giant Spider Invasion e Big Wednesday. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


27 Gennaio, giorno della memoria

venerdì 27 gennaio 2017 - 13:01:49

La ricorrenza del 27 gennaio, Giorno della Memoria, è stata istituita in Italia con la legge 211 del 20 luglio 2000, "al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati" (art.1). Oltre all’Italia, diversi Stati europei hanno istituito questa ricorrenza il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, nel 1945, da parte dell’Armata Rossa. La legge 211 stabilisce inoltre (art.2) che in occasione del Giorno della Memoria "sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere". (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Nuovo procedimento penale per Berlusconi con l'accusa di corruzione in atti giudiziari

giovedì 26 gennaio 2017 - 20:57:45

Dopo Ruby ter arriva Ruby quater

Milano, 26 gen. 2017 - (Rainews) - Nuova iscrizione nel registro degli indagati della Procura di Milano per Silvio Berlusconi. L'ipotesi d'accusa è di corruzione in atti giudiziari per alcune consegne di denaro in contanti, attraverso il ragioniere Giuseppe Spinelli, avvenute fino a pochi mesi fa. L'iscrizione riguarda uno dei filoni del cosiddetto 'Ruby ter'. La notizia, anticipata dal sito de 'la Repubblica', e' stata confermata negli ambienti giudiziari milanesi. La presunta corruzione riguarderebbe 4 ragazze: Elisa Toti, Aris Espinosa, Miriam Loddo e Giovanna Rigato. Si tratta di un filone del procedimento 'Ruby ter'. Il nuovo sviluppo arriva dagli accertamenti effettuati dai pm dopo che Silvio Berlusconi aveva denunciato Giovanna Rigato, una delle sue ospiti ad Arcore, per tentata estorsione. Rigato era stata quindi indagata per avere chiesto all'ex Cavaliere un milione di euro "per non rivelare alla stampa e ai pm informazioni in grado di danneggiarlo". La donna, che aveva mandato una mail ai magistrati titolari dell'inchiesta in cui spiegava che voleva fare dichiarazioni su Berlusconi, era stata interrogata a lungo dai pm Luca Gaglio e Tiziana Siciliano. Sempre nell'ambito di questo nuovo filone, era stata convocato in Procura il ragioniere Giuseppe Spinelli, l'uomo che si e' sempre occupato dei pagamenti alle ragazze. Sarebbero emersi cosi' elementi che portano gli inquirenti a ritenere che il 'bancomat' di Silvio non si fosse prosciugato, almeno fino al novembre scorso, e che abbia continuato a elargire dai 2mila ai 3mila euro in contanti alle quattro giovani. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 

Vai a pagina       >>  
Categorie News
     
I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News









mar 07 feb 2017 21:29:27 CET
Cosenza, spesa e slot in orario di lavoro: indagati 18 dipendenti dell'Asp
[html]
Su 58 dipendenti dell'Asp, sono 48 i dipendenti finiti sotto inchiesta e denunciati. "In un momento storico in cui la sanità cosentina è in difficoltà - spiega il procuratore della Repubblica di Cosenza Mario Spagnuolo - ci sembrava opportuno mettere un punto, e richiamare al rispetto delle regole. Sarà ora il vertice dell'Azienda a valutare, secondo le prescrizioni della legge Madia, le successive conseguenze e la comunità farà le proprie valutazioni. Il nostro compito è quello di far fronte a fenomeni di illegalità diffusa nella pubblica amministrazione, e a questa indagine ne seguiranno altre, che spero di completare nel migliore dei modi".

Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri di Rogliano, i dipendenti dell'Asp anziché trovarsi sul posto di lavoro, trascorrevano la mattina sbrigando le faccende più disparate, dal fare la spesa al supermercato agli incontri con gli amici al bar o a giocare alle slot, dopo aver accompagnato i figli a scuola. A incastrare i dipendenti assenteisti, seimila ore di filmati e oltre duecento servizi di osservazione.
 
Sono ben 725 gli episodi di assenteismo, per un totale di 1.500 ore, documentati dai carabinieri, che per mesi hanno monitorato ogni movimento dei dipendenti. Ogni giorno, a turno, c'era qualcuno che si occupava di strisciare i cartellini per tutti gli altri, nel frattempo ancora a casa o impegnati nel proprio studio privato. Ovviamente in orario di servizio.
 
[/html]  
More... ] 



Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.