Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD






1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30





Online
Ospiti: 1, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png



Cina a Usa: correggere errore su Taiwan

domenica 18 marzo 2018 - 16:03:32

Pechino, 18 mar 2018 - La Cina ha chiesto agli Stati Uniti di "correggere il suo errore" su Taiwan in una legge approvata dal presidente Usa Trump con cui si rafforzano i legami tra Washington e Taiwan, appunto. Pechino considera l'isola come una sua provincia.Il "Taiwan Travel Act" incoraggia gli alti funzionari americani ad andare a Taiwan per incontrare i loro omologhi e per promuovere scambi reciproci. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Lu Kang, ha dichiarato che la legge "vìola in maniera grave" il principio della "One China". (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Reggio, Incontro “Salvatore Quasimodo tra letteratura e giornalismo”

venerdì 09 marzo 2018 - 21:07:08

Reggio, 09 mar 2018 - Dopo la catastrofe: Quasimodo tra letteratura e giornalismo” è il titolo dell’incontro che il Centro Internazionale Scrittori della Calabria terrà venerdì 9 marzo, alle ore 16:45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria. Relazionerà il prof. Giuseppe Rando, ordinario di Lingua e Letteratura Italiana – Università di Messina, responsabile di italianistica e componente del Comitato Scientifico del Cis. Introdurrà l’incontro Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis. Quasimodo (1901 – 1968), sin da giovane studente ebbe modo di conoscere e frequentare nella città di Messina Elio Vittorini, Giorgio La Pira e Salvatore Pugliatti con i quali fondò, a soli sedici anni, la rivista “Nuovo Giornale Letterario”. Su invito del cognato Elio Vittorini (marito della sorella Rosa) si trasferisce a Firenze, dove conosce Montale ed entra in contatto con il gruppo di «Solaria». Proprio nelle edizioni della rivista venne pubblicata, nel 1930, la sua prima raccolta di poesie, Acque e terre. Ma è con Oboe sommerso, del ’32, e con Erato e Apollion, del ’36, che Quasimodo divenne uno dei rappresentanti di punta dell’ermetismo. Le raccolte: Con il piede straniero sopra il cuore, 1946; Giorno dopo giorno, 1947; La vita non è sogno, 1949; Il falso e vero verde, 1956; La terra impareggiabile, 1958; Dare e avere, 1966 trattano tematiche legate alla guerra o alla questione sociale. Nel 1959 gli venne assegnato il premio Nobel per la letteratura. All’instancabile attività di poeta (l’ultima raccolta di versi, Dare e avere, uscirà nel 1966) Quasimodo alternò quella di saggista traduttore e giornalista. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Falcomatà: “Spostamento Agenzia delle Dogane e dei Monopoli atto scriteriato”

venerdì 09 marzo 2018 - 21:02:54

Reggio, 08 mar 2018 - «Incomprensibile e scriteriata la proposta avanzata dal Presidente del Comitato di Gestione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Giovanni Kessler, che prevede lo spostamento della sede della Direzione regionale per la Calabria e la Basilicata dalla Città Metropolitana di Reggio per assegnarla a Catanzaro. Il piano presentato dal Comitato, oltre ad essere penalizzante per la nostra Città e nient’affatto funzionale rispetto alla riorganizzazione dell’Agenzia, viola anche una sentenza del Consiglio di Stato che riconosce Reggio quale sede della Direzione Regionale. Lunedì parlerò al Ministro Graziano Delrio della vicenda. Mi auguro che si possa risolvere positivamente anche perché su temi come questi non siamo disposti a fare passi indietro». Lo dichiara il sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Locri, al Palazzo della Cultura lo spettacolo Penelope

giovedì 08 marzo 2018 - 21:47:04

Locri, 08 mar 2018 - Secondo appuntamento a LOCRI con il circuito teatrale che mette in rete venti location della città metropolitana di Reggio, veicolando spettacoli di nuova produzione interpretati da eccellenze artistiche calabresi apprezzate da pubblico e critica.
 
Sabato 10 Marzo alle ore 21.00 presso il Palazzo della Cultura in scena lo Spettacolo PENELOPE – Ingresso € 5
 
PENELOPE
Sabato 10 Marzo 2018, ore 21.00 Palazzo della Cultura – Locri
Il ritorno di Ulisse vissuto e raccontato da Penelope. Un amore ritrovato e struggente, uno spettacolo da non perdere!
 
Da Omero, Ovidio, Atwood
Drammaturgia e Regia Matteo Tarasco
Con Teresa Timpano - Musiche Originali Mario Incudine
Scene e Costumi Francesca Gambino e Laura Laganà
Foto di Scena Pino Le Pera
Co-Produzione Scena Nuda –
 
Festival Miti Contemporanei e Accademia Delle Belle Arti di Reggio Anteprima Nazionale
 
Note di Regia
Penelope è un poema erotico e disperato, che espone con lucida follia e altissimo linguaggio le pene di un amor ritrovato, ma invivibile. Uno struggente grido di estasi erotica, che si trasforma in agonia. Penelope illustra le più atroci conseguenze dell’amore ripercorrendo l’Odissea dal punto di vista di Penelope, la quale oramai defunta racconta il ritorno di Ulisse come mai è stato raccontato. E’ la storia di un’ossessione amorosa, un’ossessione che si fa verbo, strappando ogni singola parola al marasma di gemiti inarticolati in cui questa donna innamorata affoga e si dibatte. Raccontare in scena il mito di Penelope oggi, significa esser consapevoli di tutto questo, significa sfidare, sulle assi del palcoscenico, l’essenza più profonda del proprio essere, significa lanciare una sfida agli spettatori: una sfida a valicare il confine dello specchio, una sfida a spogliarsi della maschera per offrirsi nudi al cospetto di Verità. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Reggio, Falcomatà firma il patto dei sindaci per le pari opportunità

giovedì 08 marzo 2018 - 21:31:52

firma-patto-dei-sindaci.jpgReggio, 08 mar 2018 - (strill.it) - Nella Giornata internazionale della Donna, che si celebra oggi in Italia e nel mondo, quattordici grandi comuni italiani, città metropolitane in testa, sottoscrivono e lanciano un patto con 11 punti programmatici, frutto di un lavoro condiviso, per progettare e sostenere misure concrete di promozione delle pari opportunità.A l centro del Patto dei Comuni (#pattodeicomuni #8Marzo) il sostegno all’emancipazione femminile e la costruzione di una società più equa che offra a tutte le persone la possibilità di sviluppare talenti e potenzialità in egual misura, lontano dai pregiudizi e dagli stereotipi di genere. 
 
Parte di questa nuova rete la città di Reggio con in testa il sindaco Giuseppe Falcomatà, invitato dal promotore Giuseppe Sala a condividere insieme ad Anci, un impegno comune in vista dell’8 marzo, Giornata internazionale delle donna e del 25 Novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.E questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune di Reggio alla presenza delle dipendenti di Palazzo San Giorgio, accompagnato dall’assessora al welfare e pari opportunità Nucera Lucia Anita, l’assessora Anna Nucera, la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Reggio Michela Calabrò, il sindaco Falcomatà ha sottoscritto il patto, lanciando un messaggio: «Contribuiamo a costruire   una società in cui ciascuno possa sviluppare talenti e potenzialità in ugual misura e dove le differenze non conoscano genere. Questo cammino è ancora lungo seppur possibile, ma necessita di essere accompagnato responsabilmente dalla politica e dalle istituzioni. Da qui il nostro Patto».   


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Base Spd approva Grosse Koalition, governo con Merkel, 66% a favore del governo

domenica 04 marzo 2018 - 10:52:47

Berlino, 04 mar 2018 - (Rainews) -La base dell'Spd ha votato a favore della Grosse Koalition con Angela Merkel con il 66,02% dei consensi: lo ha affermato il tesoriere del partito Dietmar Nietan alla Willy-Brandt-Haus. Dei 463.723 aventi diritto, hanno votato 378.437 membri, con una partecipazione del 78,39%. Hanno votato "sì" 239.604 membri, mentre i "no" sono stati 123.329. Scholz, Spd adesso ha forza per governare e rinnovarsi "Con questo voto abbiamo chiarezza: l'Spd entrerà nel prossimo governo". Lo ha detto Olaf Scholz, commissario dei socialdemocratici tedeschi, commentando a Berlino il risultato della consultazione della base, che ha votato a favore della Grosse Koalition. Scholz ha sottolineato che l'Spd adesso ha la "forza per governare e portare il paese nella giusta direzione" e "per affrontare il rinnovamento già avviato". "


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Merkel in stile Macron: "Il destino dell'Europa è nelle nostre mani"

lunedì 26 febbraio 2018 - 21:32:56

Il discorso della cancelliera ai delegati della Cdu che poi hanno dato il via libera alla Grande Coalizione. L'appello alla collaborazione su difesa comune, finanze e politica estera. E sull'antisemitismo, con riferimento ai populisti dell'Afd: "Chi sparge parole d'odio, incontrerà la nostra resistenza"
 
Berlino, 26 feb. 2018 - (Rainews) - "Abbiamo dinanzi delle sfide completamente nuove". E' una Angela Merkel ben diversa dal solito quella che stamattina si è rivolta agli oltre mille delegati della Cdu convocati per dare il proprio via libera alla Grosse Koalition. Una Merkel che si è volutamente presentata come una statista globale, per la quale questa nuova edizione della "GroKo" "ha un significato che va ben oltre la Germania". In altre parole, "il destino dell'Europa o è nelle nostre mani o è nelle mani degli altri. Vogliamo decidere noi, prima che lo facciano altri". Il riferimento è agli Usa di Donald Trump, ma non solo. La cancelliera ha parlato esplicitamente di "nuovo inizio" per l'Europa, riecheggiando sia le parole del presidente francese Emmanuel Macron ma anche - e ovviamente non è un caso - le parole così frequentemente utilizzate negli scorsi mesi dalla Spd.

Un discorso lungo, questo al congresso straordinario di Berlino, appassionato come di rado lo è un discorso di Angela Merkel, che ha toccato tutti i temi più importanti, sia sul fronte interno che internazionale. "L'Europa è il garante del fatto che gli interessi tedeschi e anche i suoi valori abbiano un peso nel mondo", ha detto la cancelliera ai delegati. In troppi campi, ha aggiunto, l'Ue è "debole e lenta": è necessaria una "maggiore dinamica economica" ma anche più innovazione, mentre si devono trovare rapidamente risposte adeguate al dramma della disoccupazione giovanile. "Ci vuole un senso di comunità", ha insistito l'ex "ragazza dell'Est", riferendosi alla "stabilità dell'euro", uno dei grandi mantra della Germania merkeliana. C'è bisogno di maggiore collaborazione, insiste: "E questo sia nella sicurezza delle frontiere esterne, nella difesa comune, nella politica estera, ma anche nelle sfide della digitalizzazione". Un capitolo percepito come molto importante, in Germania: "Internet deve essere come l'acqua, come l'elettricità", ha dichiarato Merkel.




Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Usa, schiaffo a Trump, no della Corte suprema a fine programma 'dreamers'

lunedì 26 febbraio 2018 - 21:12:16

Il programma di protezione dei 'dreamers', i giovani immigrati irregolari arrivati negli Stati Uniti quando erano minori, era stato varato da Barack Obama

New York, 26 feb. 2018 - La Corte suprema degli Stati Uniti ha respinto la richiesta dell'amministrazione Trump di porre fine al programma di protezione dei 'dreamers', i giovani immigrati irregolari entrati nel paese quando erano minori. Il piano, chiamato Daca, era stato varato da Barack Obama. L'amministrazione Trump aveva chiesto al massimo organo giurisdizionale di rivedere le decisioni di due corti distrettuali federali - negli stati della California e di New York - che si sono espresse contro la fine del programma di protezione dei 'dreamers', bloccando di fatto i piani di Trump. Il presidente americano in settembre aveva infatti annunciato che, in mancanza di una riforma da parte del Congresso, non avrebbe rinnovato le misure alla loro scadenza, il prossimo 5 marzo. Di fronte alle sentenze delle corti distrettuali la Casa Bianca aveva quindi deciso di non fare ricorso a una Corte d'Appello rivolgendosi - con una mossa rara - direttamente alla Corte Suprema. Il programma di protezione dei 'dreamers' varato dall'amministrazione Obama è "chiaramente illegittimo e illegale".

Questa la reazione della Casa Bianca alla decisione della Corte Suprema. Raj Saha, uno dei portavoce di Trump, parla di "decisione unilaterale" dei giudici di San Francisco e di New York. Il 10 gennaio la giustizia americana aveva bloccato temporaneamente la decisione dell'amministrazione Trump di mettere fine al programma che tutela i Dreamers. Il giudice William Alsup di San Francisco (California) aveva ordinato all'amministrazione Trump di continuare ad applicare questo programma su tutto il territorio degli Stati Uniti. Il giudice aveva ritenuto che l'opinione del ministero della Giustizia - secondo il quale il programma Daca era illegale - si basava "su un fondamento giuridico difettoso". (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Regeni, la famiglia: un 'fallimento' il ritorno dell'ambasciatore al Cairo

martedì 13 febbraio 2018 - 20:48:04

"Occorre un cambio di rotta, subito i video della metropolitana e strategia investigativa comune tra Italia ed Egitto" 
 
regeni.jpg13 feb. 2018 - (Rainews) - A sei mesi dalla decisione del Governo di rinviare l'ambasciatore d'Italia al Cairo dopo l'omicidio di Giulio Regeni, la famiglia del ricercatore italiano parla di "fallimento" della missione a lui affidata che "doveva consentire il raggiungimento della verità processuale su 'tutto il male del mondo' inferto su nostro figlio". E aggiunge: "Crediamo sia necessario un immediato cambio di rotta", con "l'immediata consegna dei video della metropolitana" e "la concertazione di una strategia investigativa" comune tra Egitto e Italia. "Noi, e con noi tutti quelli che in ogni angolo del mondo hanno a cuore la Verità sul sequestro, le torture e la morte di nostro figlio Giulio - dice la famiglia Regeni insieme al proprio legale Alessandra Ballerini - temevamo che questo gesto sarebbe stato interpretato come una resa incondizionata a quel potere che ha annientato Giulio e che occulta impunemente la verità da ormai due anni. E in effetti, l'ambasciatore Cantini non aveva ancora fatto in tempo a insediarsi che le autorità egiziane, forti di questa 'normalizzazione dei rapporti' provvedevano a oscurare il sito della Ecrf, l'Ong alla quale appartengono i nostri consulenti egiziani; arrestare in aeroporto l'avvocato Ibrahim Metwaly che stava recandosi a Ginevra invitato dall'Onu a riferire sulle sparizioni forzate e sul caso di Giulio (il legale ancora in carcere, sottoposto a trattamenti inumani e degradanti); disporre una perquisizione e un tentativo di chiusura di Ecrf". La decisione dell'invio dell'ambasciatore al Cairo del 14 agosto scorso - aggiunge la famiglia Regeni - "seguiva di pochi minuti il comunicato congiunto delle procure italiana ed egiziana nel quale si riferiva che: 'come preannunciato sempre nel maggio scorso, è stata poi effettivamente affidata a una società l'attività di recupero dei video della metropolitana e le attività stesse sono in corso. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


FESTIVAL DI SANREMO 2018, OTTIMA CONDUZIONE DEL TRIO BAGLIONI-HUNZIKER-FAVINO

domenica 11 febbraio 2018 - 12:54:05

sanremo_baglioni_hunziker.jpg11 feb. 2018 - di Gianfranco Tauro - Come non avveniva da anni, ho seguito anch'io la kermesse canora sanremese appena conclusa. Le precedenti edizioni non avevano suscitato in me particolare interesse meritevole di attenzione. Sebbene a tratti nelle prime serate, la finale della 68ma edizione, l'ho vista per intero. E' solo un caso? Direi di no...A fare la differenza, la bravura e la simpatia dei conduttori non è passata inosservata. Inoltre la presenza di grandi artisti, sia quelli in gara che tra gli ospiti, hanno fatto il resto...
 
LA PRESENTATRICE E I COPRESENTATORI - I veri protagonisti del festival: Michelle Hunzicher si è confermata stupefacente, sotto tutti gli aspetti...Lo spazio e la libertà di movimento che ella ha ottenuto ed ha saputo prendersi sul palco dell'Ariston, è la testimonianza diretta che il semplice ruolo di valletta le stava stretto. Claudio Baglioni? Anch'egli bravo, un grande artista, ottimo musicista e cantautore. Un patrimonio storico nel panorama della musica italiana. Con le sue performance ed esibizioni musicali ha arricchito il festival. Ha entusiasmato, rispolverando nei duetti con altrettanti artisti di spessore, il suo magnifico repertorio musicale di canzoni memorabili. Dulcis in fundo, la simpatica sorpresa di Pierfrancesco Favino. Artista umile e simpatico, si è destreggiato bene sul palco in sintonia con i compagni di viaggio. Nel suo vero ruolo di grande attore poi, ha tirato fuori il suo asso nella manica, con la strabiliante performance nel commovente monologo " La nuit juste avant le forets ". 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Molestie, Uma Thurman accusa Weinstein: aggredì anche me

domenica 04 febbraio 2018 - 17:21:33

L'attrice racconta nei particolari la sua esperienza personale con il produttore. E coinvolge anche Tarantino, che sul set di 'Kill Bill' l'ha costretta a una scena pericolosa

umathurman.jpgNew York, 04 feb. 2018 - (Rainews) - Uma Thurman, l'attrice di Pulp Fiction e dei due Kill Bill ha confidato le sue esperienze alla columnist Maureen Dowd del New York Times implicando, in una complicata spirale di aggressioni e minacce non solo l'ex boss di Miramax, ma anche il regista Quentin Tarantino di cui è stata la musa e che l'ha resa famosa. L'attrice racconta di essere stata preda sessuale di Harvey Weinstein e da lui pesantemente aggredita. Nel 1994 al Savoy di Londra, poco dopo la prima di Pulp Fiction, Weinstein "mi sbattè sul letto.Cercò di spingersi dentro di me e di calarsi i pantaloni. Non mi violentò, ma era come se io fossi stata un animale che cercava di liberarsi", ha raccontato la diva. Sempre al Savoy, qualche giorno dopo, il secondo episodio. A casa, disse che Weinstein "l'aveva minacciata di deragliare la sua carriera". Dal racconto della diva al Times Tarantino mise a rischio la vita della diva sul set. Sul set di Kill Bill in Messico, Quentin costrinse Uma, contro le sue obiezioni, a guidare una Karmann Ghia pur sapendo che era un catorcio: l'auto andò a sbattere contro un albero provocandole durature lesioni alle gambe e una commozione cerebrale. "Devi andare a 60 chilometri all'ora o i capelli non voleranno come si deve e ti farò ripetere la scena. Ma quell'auto era una cassa da morto.


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Contro Trump la rivolta dei sindaci. De Blasio: "No al nuovo attacco razzista alle nostre comunità di immigrati"

giovedì 25 gennaio 2018 - 15:07:52

Da New York a Chicago, da New Orleans a Los Angeles, gli amministratori disertano l'incontro alla Casa Bianca contro l'intenzione di Trump di tagliare fondi alle "città santuario" che proteggono le identità dei clandestini. Si presentano solo i texani. Più volte il primo cittadino di New York ha definito il presidente "un disastro"
 
New York, 25 gen. 2018 - (Repubblica.it) - La rivolta dei sindaci americani contro Donald Trump: dal primo cittadino di New York, Bill de Blasio al collega che guida New Orleans, Mitch Landrieu, che è anche capo della conferenza dei sindaci, a decine hanno deciso di boicottare l'incontro previsto per oggi alla Casa Bianca che sarebbe dovuto servire a rilanciare le infrastrutture del paese e onorare una delle promesse fatte da The Donald in campagna elettorale.

Una presa di posizione forte presa per protestare contro l'intenzione dell'amministrazione Trump di tagliare fondi alle "città santuario", quelle municipalità che hanno scelto di proteggere le identità dei clandestini contenute nei loro registri, rifiutando di consegnarli agli agenti federali per evitarne i rimpatri. Così, all'appuntamento che doveva precedere la partenza del presidente per Davos previsto per questa sera, alla fine si sono presentati solo i sindaci texani - Mike Rawlings di Dallas per primo. Tanto più che il Texas non sarà toccato dal provvedimento visto che non ha città santuario ed è uno stato rosso (cioè repubblicano) che ha scelto per l'ultima volta un democratico nel lontano 1976, quando fu vinto da Jimmy Carter.



Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


DALLE CONSORTERIE RAZZISTE ITALIANE, ATTACCHI INSENSATI CONTRO MOSCOVICI

mercoledì 17 gennaio 2018 - 22:48:11

L'intervento in conferenza stampa a Parigi del commissario europeo sul rischio delle prossime elezioni politiche in Italia
 
foto_moscovici.jpg17 gen. 2018 - di Gianfranco Tauro - Esprimo la mia solidarietà al commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici. Contro di lui, ignobili e miserabili gli attacchi provenienti da esponenti della "politica politicante" italiana ed "europea"...
 
I timori espressi da Moscovici - a nome dell'Ue - sui rischi del voto italiano, sono senz'altro giustificati e fondati. La sua presa di posizione è certamente legittima su tutti i punti opportunamente menzionati... e non solo, contro le recenti dichiarazioni sulla RAZZA BIANCA - palesemente di stampo nazi/fascista - rilasciate da un politicante illustre sconosciuto, che addirittura a quanto pare, dall'alto della sua ignoranza culturale, nonostante abbia manifestato con freddo cinismo, inclinazioni alquanto pericolose e razziste, è - e rimane scandalosamente - il prescelto delle destre nazionali per la candidatura alla guida della regione Lombardia...
 
Non sarebbe forse il caso, sulla opportunità circa le "candidature elettorali sospette" e prima che sia troppo tardi, a chi di dovere, a difesa delle istituzioni democratiche e della Costituzione repubblicana, prendere delle precauzioni in via cautelare per cui adottare dei seri e adeguati provvedimenti?
 
Se non siamo vicini al reato di apologia del fascismo, poco ci manca...


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 

Vai a pagina   <<        >>  
Categorie News
   
I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News







mer 11 apr 2018 09:54:36 CEST
Lagarde: "Protezionismo danneggerà i più poveri. Il mondo ha debiti mai visti"
[html]
"Un indebitamento elevato rende i governi, le aziende e le famiglie più vulnerabili a una stretta delle condizioni finanziarie", mette in evidenza Lagarde. Ma Lagarde resta ottimista, a patto che governi, imprese e persone singole abbiano coraggio: "I governi - spiega - dovrebbero usare l'attuale crescita per portare avanti le riforme: la finestra di opportunità è aperta, è necessario riparare il tetto nei periodi in cui splende il sole. Le riforme necessarie sono spesso spesso politicamente difficili, ma sono più efficaci e facili da attuare quando le economie crescono.

Il direttore generale dell'Fmi cita Henri Matisse: "La creatività richiede coraggio. Abbiamo bisogno di più coraggio, nelle stanze dei governi, nelle aziende, e nelle nostre menti". Nel mese di gennaio, il Fondo Monetario ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell'economia mondiale al 3,9% per il 2018 e il 2019. E il Fondo continua ad essere ottimista perché "le economie avanzate cresceranno sopra il potenziale di crescita media quest'anno e il prossimo" e perché gli Stati Uniti sono in piena occupazione. Parallelamente  in Asia, le prospettive restano solide, "il che è un bene per tutti, perchè questa regione contribuisce a quasi due terzi della crescita globale". Tuttavia, il ritmo di "crescita prevista per il 2018 e il 2019 finirà per rallentare" nella misura in cui le politiche a sostegno dell'economia si interromperanno soprattutto in Usa e Cina. 


(la Repubblica)
[/html]  
More... ] 





Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.