Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD

123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031


Online
Ospiti: 1, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png



Macron: non confondere i rifugiati con i migranti per motivi economici

lunedì 03 luglio 2017 - 20:21:23

macron-rifugiati.jpgParigi, 03 lug. 2017 - Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, ha ripetuto oggi in parlamento che coloro che emigrano per motivi economici non andrebbero confusi con i rifugiati. “Dobbiamo condurre in modo coordinato a livello europeo un’azione umana ed efficace che ci permetta di ricevere i rifugiati politici, senza far confusione con gli altri tipi di migranti e senza abbandonare l’indispensabile mantenimento delle nostre barriere”, ha detto Macron. Non possiamo continuare a dire che siamo legati al principio dell'asilo, se non lo riformiamo profondamente", ha continuato Macron, perché ora non "permette un trattamento umano e giusto delle domande di protezione" presentate dalle persone "minacciate da guerra e persecuzioni". Onu: in aumento migranti dalla Libia L'Onu non prevede un calo del flusso misto di migranti e rifugiati che giungono in Europa via mare: "Le indicazioni di cui disponiamo non denotano un rallentamento degli arrivi in Libia, il che significa che un più ampio numero di persone potrebbe continuare a provare di lasciare il paese tramite la rotta del Mediterraneo centrale". Lo ha detto l'inviato speciale dell'Unhcr per il Mediterraneo centrale, Vincent Cochetel, ricordando che dall'inizio dell'anno 84.830 migranti e rifugiati sono giunti in Italia via mare con un aumento del 19% rispetto all'anno scorso. Migranti, vertici in programma Previsti, dopo il vertice di Parigi di ieri, un dibattito in plenaria al Parlamento europeo in programma mercoledì a Strasburgo con i presidenti di Commissione e Consiglio europeo Juncker e Tusk; e, giovedì e venerdì il Consiglio Affari Interni a Tallin, in Estonia. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Roma, botte bimbi: maestra a domiciliari

lunedì 03 luglio 2017 - 13:24:32

Roma, 03 lug. 2017 - Violenze fisiche e psicologiche ad alcuni alunni di una scuola elementare. Con queste accuse a Roma una maestra di 54 anni è stata arrestata e posta ai domiciliari. Indagini avviate nel marzo scorso a seguito delle dichiarazioni di un collaboratore scolastico,che vide la maestra colpire con una ginocchiata alla schiena e uno schiaffo un bimbo di 6 anni.La 54enne avrebbe anche infilato la testa di una bambina con difficoltà psicofisiche nel cestino dei rifiuti. Ad accusarla colleghi ed ex alunni. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


E' morto Paolo Villaggio. L'annuncio della figlia su Facebook: "Ora sei di nuovo libero di volare"

lunedì 03 luglio 2017 - 13:11:54

Protagonista della scena e della cultura italiana l'attore era ricoverato da giorni alla clinica Paideia di Roma. Villlaggio è stato interprete televisivo e cinematografico di personaggi legati a una comicità paradossale e grottesca, come il professor Kranz e il timidissimo Giandomenico Fracchia e il celeberrimo ragionier Ugo Fantozzi 

Roma, 03 lug. 2017 - E' scomparso a Roma l'attore Paolo Villaggio. Aveva 84 anni. Da alcuni giorni era ricoverato alla clinica Paideia di Roma. L'attore è morto per complicanze del diabete. A spiegarlo i due figli all'esterno della clinica. "Aveva il diabete e si è curato poco e male" ha detto la figlia Elisabetta, aggiungendo che il padre era stato ricoverato prima al Gemelli dal 14 maggio al 9 giugno, e poi trasferito nella struttura di Collina Fleming. "Un mese e mezzo fa abbiamo fatto una serata a Capodistria - ha ricordato il figlio Pierfrancesco - poi ha avuto una forte infezione determinata dal diabete".

Camera ardente mercoledì in Campidoglio -  Sarà allestita probabilmente mercoledì mattina in Campidoglio la camera ardente. A dirlo sono stati i figli, spiegando che in queste ore si stanno stabilendo i dettagli. A seguire dovrebbe esserci una cerimonia laica, nel pomeriggio o la sera, alla Casa del Cinema di Roma. Nato a Genova il 30 dicembre del 1932 è stato interprete televisivo e cinematografico di personaggi legati a una comicità paradossale e grottesca, come il professor Kranz e il timidissimo Giandomenico Fracchia, il ragionier Ugo Fantozzi. All'attività comica fa eco quella di scrittore, cominciata proprio con un libro su Fantozzi, al quale seguiranno altri otto sul ragioniere, e altri libri di carattere satirico. Ha recitato in parti più drammatiche, partecipando a film di registi come Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmüller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Leone d'oro alla carriera nel 1992, in occasione della 49ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Vasco Rossi, il concerto record

sabato 01 luglio 2017 - 20:40:49

Stasera a Modena il concerto di Vasco Rossi, che festeggia i 40 anni di carriera. Partecipazione record: al Park attese 220mila persone; lo show sarà trasmesso anche in diretta su Rai1. Su Rainews 24 uno speciale, Vasco e basta
 
fansvascorossi.jpgModena, 01 lug. 2017 - Sono circa 200mila - una stima delle forze dell'ordine parla di 189mila intorno alle 18.30 - i fan di Vasco Rossi che nonostante il sole e il caldo 'assiedano' il fronte dell'enorme palco che stasera ospita il concerto-evento di Vasco Rossi. Al Parco Ferrari la Protezione civile ha azionato gli speciali nebulizzatori ad acqua per rinfrescare il pubblico. La situazione della viabilità sia in ingresso che all'interno di Modena è ancora scorrevole, così come il passaggio degli spettatori in uscita dalla stazione ferroviaria. Il 118 comunica che alle 18 gli assistiti nell'area del concerto sono stati circa 600 con 5 persone trasportate in ospedale per accertamenti. Sono in corso i rifornimenti di acqua della zona dedicata ai disabili a cura della Protezione civile e del Comune di Modena dopo alcune segnalazioni di difficoltà di rifornimento arrivate nel pomeriggio. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Il caso di Charlie. Papa Francesco: difendere la vita anche nella malattia

sabato 01 luglio 2017 - 13:59:06

Il bimbo affetto da una malattia incurabile

Città del Vaticano, 30 giu 2017 -  - Senza citarlo direttamente, papa Francesco su Twitter fa riferimento alla vicenda di Charlie Gard, il bimbo britannico di 10 mesi affetto da una malattia incurabile. I medici londinesi, sostenuti dalla Corte suprema britannica e dalla Corte europea dei diritti umani, hanno deciso di staccare le macchine che lo tengono in vita, contro il volere dei genitori. "Difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d'amore che Dio affida ad ogni uomo", scrive il papa in un tweet. Difendere la vita umana, soprattutto quando é ferita dalla malattia, é un impegno d'amore che Dio affida ad ogni uomo. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Ballottaggio Francia, exit poll: al movimento di Macron la maggioranza assoluta con 355 seggi

domenica 18 giugno 2017 - 21:13:51

Pesante sconfitta dei socialisti, si dimette il segretario Cambadélis. Resiste la destra dei Républicains, con 125 deputati. Male il Front National, ma Marine Le Pen entra in Parlamento per la prima volta. Crolla l'affluenza: alle 17 è stata del 35,33%, l'astensione finale è calcolata al 56%

macron18giu.jpgParigi, 18 giu. 2017 - (rainews) - Confermata dagli exit poll la prevista, ampia vittoria del movimento del presidente Emmanuel Macron al ballottaggio delle elezioni legislative in Francia. In base ai sondaggi diffusi alla chiusura delle urne anche a Parigi e in altre grandi città, i centristi di République en marche! avrebbero ottenuto tra 311 e 355 seggi sui 577 dell'Assemblea nazionale. I Républicains (centrodestra) ne conquisterebbero 125, il Partito socialista 49, la sinistra della France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon 30. E l'ultradestra del Front National di Marine Le Pen ne avrebbe solo 8.



Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Francia al ballottaggio: Macron punta a una supermaggioranza

domenica 18 giugno 2017 - 11:14:35

Subito dopo l'apertura delle urne, si sono già recate le maggiori personalità politiche, dal presidente Emmanuel Macron e dal premier Edouard Philippe. Si vota fino alle 18, alle 20 nelle grandi città.

emmanuel-macron-ape10.jpgParigi, 18 giugno 2017 - (rainews) - Per la Francia è il giorno del ballottaggio per l'assemblea legislativa. Il presidente Macron punta alla vittoria schiacchiante: è infatti della maggioranza assoluta che ha bisogno per portare a termine riforme come quella del Codice del Lavoro. Rischio altissimo di astensione - la scorsa tornata ha superato la metà dei francesi - mentre gli altri partiti temono di uscire dal voto ancora più deboli. Marine Le Pen non raggiungerà il minimo sindacale dei 15 deputati per avere un gruppo parlamentare (e, anzi, potrebbe essere l'unica a mantenere lo scranno) e i socialisti, dopo aver guidato il Paese, incrociano le dira per ottenerli. Per la destra repubblicana vive all'ombra della scissione: chi vuole fare opposizione e chi collaborare con Macron. E se in Parlamento sarà maxi vittoria di En Marche la Francia vedrà davvero la fine del bipolarismo e l'opposizione più dura sarà fuori: i sindacati promettono già battaglia sul Codice del Lavoro. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Addio a Helmut Kohl. Angela Merkel: "Ha cambiato la mia vita"

venerdì 16 giugno 2017 - 19:58:49

La cancelliera apprende la notizia mentre è in viaggio per Roma. Il portavoce Seibert: "Un grande tedesco e un grande europeo"
 
helmutkohl.jpgBerlino, 16 giu 2017 - "Helmut Kohl ha cambiato la mia vita in maniera decisiva", dice la cancelliera tedesca, Angela Merkel, nel primo commento dopo la scomparsa dell'ex capo del governo e leader della Cdu.
 
Il portavoce Seibert: grande tedesco e grande europeo - "Un grande tedesco e un grande europeo". Così su Twitter Steffen Seibert, portavoce della cancelliera tedesca, Angela Merkel, esprime "profondo dolore" per la scomparsa di Helmut Kohl, padre della riunificazione tedesca, morto oggi all'età di 87 anni. "Abbiamo un debito infinito con Helmut Kohl: per la nostra libertà, la nostra unità, la nostra Europa", afferma Peter Altmaier, capo di gabinetto della cancelliera.
 
Merkel apprende la notizia mentre era in viaggio per Roma - Angela Merkel ha appreso la notizia della morte di Helmut Kohl mentre era in viaggio per Roma per l'udienza privata con papa Francesco prevista per domani mattina. Secondo un giornalista che viaggia al seguito della cancelliera il programma ora potrebbe cambiare. (rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Centinaia di arresti alla manifestazione anti Putin a Mosca e San Pietroburgo

lunedì 12 giugno 2017 - 23:26:18

Il leader d'opposizione russo Alexei Navalny è stato fermato sotto casa dalla polizia prima della manifestazione. Tra gli altri fermati spiccano personalità come Ilya Yashin, uno degli oppositori russi più famosi, ex vice segretario di Parnas, e Roman Rubanov, il direttore del fondo anticorruzione organizzatore della manifestazione 

Mosca, 12 giugno 2017 - (rainews) - Centinaia di fermi a Mosca e San Pietroburgo durante le manifestazioni anti Putin. A Mosca i fermi sono saliti a quota 750. Lo riporta Dozhd che cita l'ong 'Ovd Info'. A San Pietroburgo i fermi sarebbero invece circa 900.

Tra i fermati Ilya Yashin - Tra i fermati spiccano personalità come Ilya Yashin, uno degli oppositori russi più famosi, ex vice segretario di Parnas, e Roman Rubanov, il direttore del fondo anticorruzione organizzatore della manifestazione, come lui stesso ha segnalato su twitter.

Navalny fermato prima dell'inizio della manifestazione -  Il leader d'opposizione russo Alexei Navalny è stato fermato sotto casa dalla polizia prima della manifestazione non autorizzata che ha organizzato per oggi nel centro di Mosca. Lo ha annunciato la moglie su Twitter. "Ciao, sono Yulia Navalnaya... Alexei è stato fermato nell'androne del palazzo. Ha chiesto di comunicarvi che i nostri progetti non sono cambiati: Tverskaya" ha scritto la donna, indicando il nome della via dove è in programma la manifestazione, sull'account Twitter ufficiale dell'oppositore. Navalni è accusato di "ripetuta violazione delle norme sull'organizzazione delle manifestazioni" e di "resistenza a un ordine di un funzionario di polizia". Lo riporta Interfax che cita la polizia stessa. 


Leggi Tutto ...
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Exit poll Francia, trionfa Macron con oltre il 32%

domenica 11 giugno 2017 - 20:59:48

macronvota.jpgParigi, 11 giu 2017 - I primi exit poll sulle politiche francesi segnano un trionfo per il partito del presidente Macron. La coalizione centrista presidenziale LReM-MoDem avrebbe il 32,2% con un numero di seggi tra 390 e 430 su 577 alla prossima Assemblea nazionale. Al secondo posto i Républicains e altri neogollisti con il 21% e 85-120 seggi, davanti all'estrema destra del Fronte nazionale con il 14% e 3-10 seggi. La sinistra radicale di Mélenchon avrebbe l'11% e 11-21 deputati, mentre il partito socialista è accreditato del 10,2% e 20-35 deputati. Il voto sembra confermare la tendenza emersa alle scorse presidenziali, archiviando il bipolarismo che aveva caratterizzato decenni di Quinta Repubblica. Gli elettori hanno emarginato i partiti classici con l'emergere della nuova forza centrista di Macron. (rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Falcomatà: “Solidarietà ed Enza e Tiberio Bentivoglio per l’ennesima intimidazione subita”

domenica 11 giugno 2017 - 20:56:32

Reggio Calabria, 11 giu 2017 - “Solidarietà e piena vicinanza agli imprenditori reggini Enza e Tiberio Bentivoglio, titolari della Santaria Sant’Elia, vittime nei giorni scorsi un nuovo vile messaggio intimidatorio recapitato in una busta contenente una lettera con minacce di morte e diversi pallettoni in piombo. Ad Enza e Tiberio, coraggioso esempio di imprenditori onesti che hanno denunciato in passato i tentativi estorsivi della criminalità organizzata, aprendo la strada al network di commercianti antiracket di ReggioLiberaReggio, va la solidarietà ed il sostegno dell’intera Amministrazione comunale reggina”. Lo dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando l’ennesima grave intimidazione subita dai due imprenditori reggini. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Aeroporti, Falcomatà: “Più che Reggio, quello inutile è Riggio”

mercoledì 07 giugno 2017 - 10:40:13

accorinti-falcomata.jpgReggio Calabria, 07 giu. 2017 - “Apprendo con stupore che il presidente Enac, Vito Riggio parla dell’aeroporto di Reggio, e di altri scali secondari, definendoli inutili e sollecitando al Governo il coraggio di chiuderli. Se è questo ciò che pensa il Presidente Enac, io credo che più che Reggio, quello inutile sia proprio Riggio. Se la soluzione ad una crisi aziendale, determinata come sappiamo da un decennio di gestione malsana dell’aeroporto di Reggio, è quella semplicistica di chiudere baracca, evidentemente non siamo di fronte ad un amministratore lungimirante”. Lo dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando le parole pronunciate dal Presidente Enac Vito Riggio in occasione della presentazione del rapporto e bilancio sociale dell’Ente Nazionale Aviazione Civile per l’annualità 2016. “Riggio parla di un bilancio Enac chiuso in attivo – ha aggiunto il sindaco Falcomatà – ma non è con i tagli che si fa economia. Piuttosto si pensi di investire l’avanzo di gestione su mercati fertili come quello di Reggio Calabria, Città Metropolitana che ha un bacino potenziale enorme di passeggeri, soprattutto nell’ottica dello sviluppo turistico dell’area, che insieme alla Città Metropolitana di Messina, con la quale sui trasporti abbiamo avviato un proficuo percorso di conurbazione, raggiunge un agglomerato urbano di più di un milione di abitanti”. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 


Baciamano boss di San Luca, Falcomatà: “Le parate non bastano, per sconfiggere la ’ndrangheta serve il lavoro

lunedì 05 giugno 2017 - 23:40:13

falcomat_lavoro.jpgReggio Calabria, 05 giu 2017 - “Sbaglia chi pensa che il baciamano al boss Giorgi di San Luca sia una semplice esternazione folkloristica. Piuttosto c’è da interrogarsi sui motivi per i quali a qualcuno sia saltato in mente di fare le riverenze, in mondovisione, ad un latitante sanguinario ricercato da più di due decenni. E’ il sintomo che qualcosa non va. E noi non possiamo girarci dall’altra parte, cosi come non possiamo pensare che bastino le parate o le manifestazioni antimafia su territori difficili come quello di San Luca. Se vogliamo davvero scacciare il fantasma della ‘ndrangheta, che asfissia i nostri territori, dobbiamo combatterlo con una strategia seria per lo sviluppo del Meridione, che guardi soprattutto ai temi della scuola e del lavoro”.
 
Lo afferma il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà commentando l’episodio del baciamano durante l’arresto del boss di San Luca Giuseppe Giorgi, latitante dal 1994 ed inserito nella lista dei cinque più ricercati d’Italia dal Ministero dell’Interno.“Quel gesto nei confronti del boss di ‘ndrangheta Giorgi – ha aggiunto il sindaco di Reggio – è il segno del forte consenso sociale che la mafie vantano ancora in alcune aree del nostro Paese, dove lo Stato evidentemente è ancora debole, in qualche caso praticamente assente, ed i criminali non esitano a mostrare i muscoli, sostituendosi alle istituzioni nel dare risposte ai bisogni quotidiani delle persone. Noi dobbiamo essere capaci di interrompere questo circuito vizioso. Lo Stato deve affermare la sua presenza attraverso politiche per lo sviluppo percorribili, che svuotino le sacche di bisogno dalle quali le mafie traggono il loro consenso sociale. Il Governo dia un segnale concreto in questa direzione, puntando in maniera diretta e tangibile su politiche utili a sostenere l’occupazione sul nostro territorio. La ‘ndrangheta si combatte con l’economia, con la scuola, con il lavoro. Solo cosi i ragazzini che, in tante aree del Meridione, ancora crescono con il mito del boss latitante, troveranno appetibile e più conveniente la strada della legalità. I simboli servono, ma bisogna saper essere concreti. Il lavoro prima di tutto”. (strill.it)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 

Vai a pagina   <<        >>  
Categorie News
   
I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News

dom 20 ago 2017 21:29:18 CEST
Jerry Lewis è morto a Las Vegas, aveva 91 anni
[html]
Il periodo successivo - Jerry Lewis proseguì la carriera di attore a cui unì anche quella di regista. Il suo primo film fu "Ragazzo tuttofare" del 1960. In parallelo tentò anche la carriera musicale, conquistando un buon successo con alcune canzoni. Lewis è stato anche un generoso benefattore, donando decine di milioni di dollari alle associazioni contro la distrofia muscolare, attività per cui ricevette anche una candidatura al Premio Nobel per la Pace, e presentando per una decina d'anni la trasmissione televisiva "The Jerry Lewis MDA Labor Day Telethon". Negli ultimi anni diede vita "House of Laughter" (La Casa della Risata) per aiutare i bambini e i giovani affetti da malattie o reduci da traumi, attraverso il potere terapeutico della risata. Ritornò al cinema nel 1983, quando Martin Scorsese lo chiamò per interpretare "Re per una notte", accanto a Robert De Niro.
 
I riconoscimenti - Tra i suoi riconoscimenti, l'attore statunitense ha ricevuto nomination ai Golden Globe e ai BAFTA e, nel 1999, il Leone d'oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia.
 
La vita privata - Dopo aver divorziato nel 1980 dalla cantante Patti Palmer, sposata nel 1944, e dalla quale aveva avuto sei figli; nel 1983 Jerry sposò la ballerina SanDee Pitnick. I due hanno una figlia, Danielle Sarah, nata nel 1992.
 
Problemi di salute negli ultimi anni - Negli ultimi decenni l'attore aveva avuto molti problemi di salute: un'operazione a cuore aperto nel 1983, un'altra per un tumore alla prostata nel 1992, trattamenti per la dipendenza dai farmaci che gli erano stati prescritti nel 2003, un infarto nel 2006, fibrosi plmonare e altro.
 
(Rainews)
[/html]  
More... ] 


mar 15 ago 2017 11:28:39 CEST
Tensione Usa-Iran, Rohani minaccia di riavviare il programma nucleare: "Trump non è un buon partner"
[html]
L'accordo sul nucleare - E' un processo lungo 13 anni, quello che porta alla firma. Nel 2002 il Consiglio Nazionale della Resistenza (un gruppo iraniano di opposizione) parla per la prima volta dell'impianto nucleare di Arak e di un sito per la produzione di combustibile nucleare in costruzione a Natanz. L'anno dopo l'allora presidente Khatami ammette l'esistenza di Natanz. Il suo successore, Ahmadinejad, fa dello sviluppo dell'atomica il cardine del suo programma politico. Il rapporto con Usa, Aiea e comunità internazionale arriva ad una svolta con la presidenza Rohani, iniziata nel 2015. Sarà sua, dal lato di Teheran, la regia per arrivare all'accordo storico del 14 luglio 2015, firmato dai 5+1 (Usa, Cina e Russia si uniscono a Gran Bretagna, Germania e Francia) e dall'Iran: sospensione delle sanzioni contro l'Iran in cambio di limiti e controlli internazionali sul programma nucleare iraniano. La fine delle sanzioni è legata al progressivo stop iraniano allo sviluppo.

(Rainews)
[/html]  
More... ] 









Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.