Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
 
Seleziona Lingua


Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD






1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30





Online
Ospiti: 2, Utenti: 0 ...

Massimo numero di utenti in linea 207
(Utenti: 0, Ospiti: 207) il sab 09 gen 2010 16:05:27 CET

Utenti: 24
Ultimo iscritto: marina
Numeri Utili RC
W3C Compliance
Valid XHTML 1.1!
Valid CSS!
Credits


© 2007 This site is powered by Gianfranco Tauro
Cookie policy

LOGO_TI.png blog_logo_3.png



MotoGp, in Argentina ancora un assolo di Maverik Vinales, piazza d'onore per Rossi

domenica 09 aprile 2017 - 22:43:08

Sulla pista di Rio Hondo, dominio dello spagnolo della Yamaha davanti al compagno di team, Valentino, che festeggia così il gran premio numero 350 della sua straordinaria carriera. Terza piazza per il britannico Cal Crutchlow (Honda). Settimo Danilo Petrucci su Ducati. Errore di Marquez, scivolato al terzo giro, mentre era tutto solo in testa.

Rio Hondo, 09 apr. 2017 - Doppietta di Maverik Vinales. Lo spagnolo della Yamaha, dopo aver vinto all'esordio a Losail, concede il bis dominando il Gp d'Argentina sul circuito di Rio Hondo. Secondo posto per Valentino Rossi (Yamaha) davanti a Cul Crutchlow (Honda). Quarto Alvaro Bautista (Ducati) che precede le Yamaha di Zarco e Folger. Settima piazza per Danilo Petrucci su Ducati. Nella classifica mondiale Vinales guida con 50 punti, + 14 sullo stesso Rossi. Al via il più pronto è Marc Marquez che, partito in pole, allunga. Dopo pochi metri finiscono a terra Jorge Lorenzo (Ducati) e Andrea Iannone (Suzuki), lo spagnolo è fuori, l’italiano riparte ma chiuderà 16.mo, in ultima posizione tra i piloti giunti al traguardo. Alle spalle dello spagnolo Crutchlow, Vinales, Rossi e Petrucci. Ma al terzo giro arriva la prima, grande sorpresa con Marquez che, tutto solo, scivola in curva ed è costretto al ritiro. In testa si forma un terzetto con Crutchlow, Vinales e Valentino. Più indietro Petrucci, Pedrosa, Zarco, Bautista e Dovizioso. In testa la Yamaha di Vinales sembra aver un altro passo e prende il largo, mentre Rossi è ‘frenato’ da Crutchlow. Nelle retrovie si toccano Pedrosa con la Honda e Aleix Espargaro con la Ducati, entrambi fuori. Vinales, già dominatore nella gara d’esordio a Losail, si invola, mentre Rossi resta alle spalle di Crutchlow. Subito dietro Bautista su Ducati precede Zarco (Yamaha) e Petrucci (Ducati). Alla 18.ma tornata Rossi rompe gli indugi e attacca con successo Crutchlow. (Rainews)
   Condividi crea pdf di questa news Stampa veloce 

I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge. I don't like using 100% on a table cell when I have a pixel width defined in the other cell so rather than defining the 100% I just hide a large div at the bottom to push out the edge.
Cerca

News







mer 11 apr 2018 09:54:36 CEST
Lagarde: "Protezionismo danneggerà i più poveri. Il mondo ha debiti mai visti"
[html]
"Un indebitamento elevato rende i governi, le aziende e le famiglie più vulnerabili a una stretta delle condizioni finanziarie", mette in evidenza Lagarde. Ma Lagarde resta ottimista, a patto che governi, imprese e persone singole abbiano coraggio: "I governi - spiega - dovrebbero usare l'attuale crescita per portare avanti le riforme: la finestra di opportunità è aperta, è necessario riparare il tetto nei periodi in cui splende il sole. Le riforme necessarie sono spesso spesso politicamente difficili, ma sono più efficaci e facili da attuare quando le economie crescono.

Il direttore generale dell'Fmi cita Henri Matisse: "La creatività richiede coraggio. Abbiamo bisogno di più coraggio, nelle stanze dei governi, nelle aziende, e nelle nostre menti". Nel mese di gennaio, il Fondo Monetario ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell'economia mondiale al 3,9% per il 2018 e il 2019. E il Fondo continua ad essere ottimista perché "le economie avanzate cresceranno sopra il potenziale di crescita media quest'anno e il prossimo" e perché gli Stati Uniti sono in piena occupazione. Parallelamente  in Asia, le prospettive restano solide, "il che è un bene per tutti, perchè questa regione contribuisce a quasi due terzi della crescita globale". Tuttavia, il ritmo di "crescita prevista per il 2018 e il 2019 finirà per rallentare" nella misura in cui le politiche a sostegno dell'economia si interromperanno soprattutto in Usa e Cina. 


(la Repubblica)
[/html]  
More... ] 





Prossimi Eventi
Nessun evento prossimo
Angolo della Poesia
Meteo
Chatbox
Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


Nessun messaggio presente.